Bosso, un passato mantovano per il pianista senza confini

Negli anni ’90 ha collaborato con l’Ocm: «Per me è una città fondamentale. Un luogo che ho amato tanto ed è parte della mia formazione professionale»