Abdolah e Brokken vincono il Premio Acerbi

A Castel Goffredo ex aequo tra i due romanzieri olandesi autori rispettivamente di “Il corvo” e “Nella casa del pianista”

CASTEL GOFFREDO. Premio Giuseppe Acerbi: i vincitori dell'edizione 2016 sono i romanzieri olandesi Kader Abdolah con il libro “Il corvo” e Jan Brokken con “Nella casa del pianista”. Era successo solo altre due volte, nella storia della kermesse letteraria castellana iniziata nell'ormai lontano 1993, che due autori ricevessero il premio ex aequo. Nel 2002 quando il Premio si interessò della letteratura greca e nel 2012 quando sotto i riflettori ci fu la letteratura spagnola.

La combinazione si è ripetuta quest'anno grazie al determinante parere della giuria popolare del Premio, i cui voti, come sempre, si sono sommati a quelli della giuria scientifica. In gara c'era anche Stephan Enter con il romanzo “La presa” (2014). Tutti e tre gli autori in concorso sono pubblicati in Italia da Iperborea. La cerimonia di proclamazione dei vincitori è avvenuta ieri pomeriggio nella sala consiliare del Comune di Castel Goffredo, davanti ad un folto pubblico. La studiosa e scrittrice Louise O. Fresco ha ricevuto il Premio Speciale Giuseppe Acerbi 2016 alla Carriera. Dei tre premiati, solo quest'ultima era presente.

I due vincitori saranno in terra virgiliana dal 4 al 6 novembre: riceveranno ufficialmente i riconoscimenti e incontreranno i giurati del Premio nonché gli studenti di Castel Goffredo e Mantova. Il pomeriggio letterario, aperto dal presidente dell'associazione Acerbi Piero Gualtierotti è stato condotto dalla giornalista Francesca Gardenato. Ad allietare il pubblico le letture di Ola Catulini, Arminda Redini ed Eva Serafini Danesi, oltre agli intermezzi musicali di Davide Caldognetto (chitarra) e Rita Gelmetti (voce solista). Erano presenti le maggiori autorità castellane. Kader Abdolah, nel suo romanzo d'ispirazione autobiografica “Il corvo” (2013), narra le vicende di un giovane iraniano che in patria si schiera contro il regime degli ayatollah.

Dopo varie vicissitudini, spesso drammatiche, il protagonista deciderà di fare il grande salto di libertà che lo porterà in Olanda, dove realizzerà la sua vocazione letteraria. Il romanzo “Nella casa del pianista” di Jan Brokken (2011) racconta, con delicatezza e toccante umanità, la storia del grande pianista russo Youri Egorov. L'autore tratta di un’amicizia, di un’epoca, di un'Amsterdam post-Sessantotto irresistibile per fascino trasgressivo, stimoli culturali e ansia libertaria.

Le manifestazioni acerbiane proseguiranno stasera in piazza Castelvecchio a Castel Goffredo, dove, a partire dalle 20.45 andrà in scena lo show “Giuseppe Acerbi in recital” condotto da Alessandra Taraschi. Interpreti Nicola Armanini, Dario Bonetta, Ermanno Nardi. Parteciperanno la cantautrice Ainoo Elina, il chitarrista Risto Jarvenpaa, il soprano Serena Aprile e il pianista Massimiliano Giovanardi.

Video del giorno

Patrick Zaky, nel tribunale di Mansoura subito dopo l'annuncio del suo rilascio

La guida allo shopping del Gruppo Gedi