Decorazioni mantovane per il caffè di Mosca

Lo studio Billoni & Negri ha lavorato su soffitti e boiserie al ristorante Bosco dei grandi magazzini Gum

Lo studio mantovano Billoni & Negri ha realizzato un importante progetto decorativo a Mosca. Giuseppe Billoni e Marco Negri, artisti, restauratori e decoratori, con la consulenza di Mauro Aguzzoli e del proprietario e committente Mikhail Kusnirovich, hanno eseguito lavori di alta decorazione al celebre ristorante “Bosco Cafè” dei Grandi Magazzini GUM sulla Piazza Rossa. Sono stati eseguiti lavori su sei soffitti e nelle boiserie nelle sale del prestigioso edificio nelle storiche gallerie commerciali di 70 mila metri quadrati voluto dallo Zar nel 1890.

«E' un palazzo enorme che si affaccia direttamente sulla piazza Rossa, di fronte al Cremlino e con San Basilio a sinistra - ha spiegato Billoni al rientro -. Il lavoro grafico e inventivo in stile Liberty è stato lungo e complicato. Le decorazioni sono state eseguite poi con tecniche pittoriche tradizionali messe a punto entro il sistema del nostro brevetto “ornato trasferibile”. Abbiamo coordinato il lavoro di una nutrita squadra di decoratori».

L'intero progetto è durato complessivamente due anni in tutte le sue fasi. «Il percorso che ha portato alla realizzazione finale in cantiere è stata piena di imprevisti ma, alla fine, tutte le decorazioni sono state realizzate e applicate, con aggiunte, variazioni e integrazioni pittoriche, con reciproca soddisfazione da parte nostra e del committente Kusnirovich».

Il complesso sistema tecnico attraverso il quale è stata possibile l'esecuzione e il trasferimento delle decorazioni senza supporti ma solo della componente cromatica, era già stato brevettato una quindicina di anni fa da Giuseppe Billoni e Marco Negri e denominato semplicemente “ornato trasferibile”. Resta ancora in assoluto il primo e unico sistema a livello mondiale che consente un operazione pittorica di questo tipo.

«E' l'unico modo attraverso il quale è possibile eseguire cicli pittorici importanti in cantieri dove non sono consentiti ponteggi che comportano un'occupazione degli spazi prolungata - ha concluso Billoni -. Torneremo a Mosca, l'inaugurazione del prestigioso ristorante avverrà proprio per Capodanno. Stiamo infine progettando un altro intervento sempre in centro a Mosca. Vedremo quali sviluppi ci porterà il 2017. Ci auguriamo di poter proseguire».

Paola Cortese

Video del giorno

Omnia Mantova - Dosso Dossi in mostra al Te. Passando per San Giovanni del Dosso

La guida allo shopping del Gruppo Gedi