In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Festivaletteratura: prenotazioni a quota ventimila per i soci. Il 31 agosto ultimo round

Giovanelli è sempre primo. Il primo settembre apertura per tutti. Gli eventi con Elizabeth George e Pennac tra i più richiesti

Paola Cortese
1 minuto di lettura

MANTOVA. Oltre 20 mila i biglietti veduti il 30 agosto ai soci di Filofestival nella prima giornata di apertura della biglietteria per l'imminente edizione di Festivaletteratura. Il 31 ci sarà ancora diritto di prelazione quindi il giorno seguente le prenotazioni e gli acquisti saranno estesi a tutti.

Come ogni anno, dalla prima edizione, il primo a varcare i cancelli della Loggia del Grano di Palazzo Andreani, sede storica della Camera di commercio e, fino al termine del festival, sede della biglietteria, è stato Zuilio Giovanelli, pensionato ex radiotecnico, che ha acquistato per sé e la famiglia biglietti per eventi di attualità e sul restauro.

«Festivaletteratura è l'evento più bello del mondo – ha detto dopo la consueta premiazione con i gadget della nuova edizione -. E' sempre bello ascoltare chi sa tante cose per imparare». Un rito laico quello dell'attesa dell'apertura, autogestito dagli affezionati, che suona un po' come una rimpatriata fra vecchi amici amanti della lettura. Ha retto bene il nuovo sistema operativo della biglietteria, moderno e sofisticato, testato in parallelo lo scorso anno, nell'edizione del ventennale della manifestazione, e messo in funzione a pieno regime dal 30 agosto.

Festivaletteratura 2017, la corsa al biglietto è iniziata

«Siamo contenti, i soci sono circa 3000 e le prenotazioni sono costanti – ha detto Paolo Polettini del Comitato organizzatore del festival -. C'è stata una bella distribuzione nella scelta degli eventi con alcuni picchi per certi big da Daniel Pennac, tra gli stranieri, Buffa con l'evento dedicato a Muhammad Ali, e poi le scrittrici italiane come la Murgia e la Mazzucco».

Grande successo per i giallisti, italiani e stranieri, da Manzini a Lucarelli e poi Elizabeth George tra gli autori stranieri. «Il giallo è sempre tra i più scelti come pure gli eventi sulla riflessione civile e l'attualità con ospiti come Grasso, Augias e De Bortoli – aggiunge Polettini -. Bene anche la psicoanalisi ed eventi di nicchia come la poesia in San Barnaba. Puntiamo sempre molto alla qualità, visto che in passato abbiamo “scovato” premi Nobel per la letteratura. Sempre successo per gli eventi per i piccoli, i laboratori mentre un po' meno delle aspettative su “La parola che canta” a palazzo Te che decollerà in corsa».

La biglietteria di Festivaletteratura sarà aperta fino a martedì 5 settembre dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19, dall'inizio del festival, mercoledì 9 settembre fino a sabato 10 con orario continuato dalle 8.30 alle 19 e domenica 10 dalle 8.30 alle 17. Oltre che acquistare i biglietti nella Loggia del Grano è possibile prenotali telefonando al numero nei giorni e negli orari indicati telefonando allo 0376 322494 oppure sul sito internet www.festivaletteratura.it.

 

I commenti dei lettori