Il sogno diventa realtà Bee Bee Sea in America

La band di Castel Goffredo è stata invitata a un festival a Portland: «Suoneremo anche a Brooklyn, sarà un’esperienza indimenticabile»

CASTEL GOFFREDO. Quando li incontrammo nel 2016 i Bee Bee Sea, gruppo grunge, punk, pop di Castel Goffredo, erano già una realtà con alle spalle alcune apparizioni in giro per l'Europa. In quell’occasione i tre ragazzi di Castel Goffredo, e cioè Giacomo Parisio (basso e cori), Damiano Negrisoli (chitarra e voce) e Andrea Onofrio (batteria e cori), avevano chiuso l'intervista con un sogno: «L'America? Chissà... magari un giorno». Quel giorno è arrivato e la band di Castel Goffredo potrà coronare il sogno fra pochi mesi, con l'arrivo dell’estate: dal 14 luglio al 5 agosto il trio sarà negli States per un tour nato grazie ad una chiamata.

«È andata davvero così - racconta un emozionato e felice Parisio - siamo stati chiamati. I social e internet hanno fatto molto per noi, come d'altronde succede oggi per molti nostri colleghi. La chiamata è arrivata dal prestigioso festival di Pickathon di musica indipendente che si svolge dal 3 al 5 agosto in un luogo straordinario a Portland, di fatto in una foresta. L’occasione dunque è speciale per molti versi, non solo per quello musicale ma anche per il concept di questo festival che promuove stili di vita consapevoli e responsabili».

Il contatto, dunque, è arrivato tramite il festival i cui organizzatori hanno avuto modo di ascoltare in rete il materiale del trio di Castel Goffredo. «A questo invito abbiamo risposto subito con entusiasmo e ci siamo lanciati nel vedere se c'era la possibilità di avere altre date. Ci siamo appoggiati a un'agenzia che ci ha creato un vero e proprio tour che parte da Brooklyn e finisce a Portland appunto». Nel mezzo, di fatto, un lungo viaggio negli States, nel Sud del Paese principalmente. «Partiamo con i nostri strumenti - racconta Parisio che non nasconde la felicità nella sua voce - e negli States chi ci organizza il tour ci farà trovare l'impianto e il palco. Pensiamo di affiancarci ad altre band americane così da dividere costi e strumentazione».

Quello che li aspetta, insomma, è un vero tour e viaggio musicale nell'insegna del rock ’n’ roll, come nei libri, come nella favole rock che si leggono nelle cronache degli albori delle grandi band. «Nelle incognite di questa avventura che è e resta un grande sogno che si realizza - spiega Parisio - c'è l’ospitalità. In Europa si è soliti organizzare concerti e luoghi dove dormire. Negli Usa ci dicono che non funzioni così. Anzi, come si legge nei libri e si vede nei film il dormire è a carico nostro e ci dovremo preoccupare della cosa on the road».

Insomma, il sogno sta per partire e nelle prossime settimane i Bee Bee Sea prepareranno la scaletta, «che sarà fatta di brani nostri e, forse, due cover pronte per l’occasione. Porteremo anche brani nuovi che, come sempre, proveremo strada facendo e nei live». L'ultimo cd dei Bee Bee Sea è Sonic Boomerang, uscito nel novembre scorso. Disponibile in cd da Glory Records (etichetta del gruppo), in cassetta e digitale per la Dirty Water Records USA e in vinile per la Wild Honey Records. Le date del tour americano saranno presto disponibili sulla pagina Facebook del gruppo.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi