«Emozioni e qualità le carte vincenti»

Soddisfatto il direttore artistico Fabiano: nel 2019 il festival tornerà dal 29 maggio al 2 giugno

MANTOVA. «Come da tradizione il teatro Bibiena ospita l’epilogo di Trame Sonore. Una cinque giorni che ha visto andare in scena concerti di bellezza indiscutibile e 100 artisti da tutto il mondo». A parlare è Carlo Fabiano, direttore artistico della rassegna internazionale di musica da camera. «Le richieste per partecipare all’evento conclusivo sono state innumerevoli. Il Bibiena è troppo piccolo per ospitare tutti: chiederò all’amministrazione di aggiungere un piano per il prossimo anno» dice scherzando.

La soddisfazione per un festival così ben riuscito traspare viva nelle sue parole. «Tra il pubblico abbiamo visto anche tanti stranieri. E i numeri dei biglietti sono in linea con quelli di 12 mesi fa malgrado quest’anno non si sia potuto contare su un vero e proprio ponte considerato che la festa della Repubblica è caduta di sabato». Quali sono dunque le caratteristiche vincenti di Trame Sonore? «Le emozioni che la musica crea sono alla base del successo dell’evento. La musica ha un linguaggio universale che sa parlare a tutti. E poi la qualità dei suoi ospiti e del programma» continua Fabiano.

L’edizione 2018 ha visto inaugurare un nuovo percorso, l’hausmusik nei luoghi nascosti della città. «Una proposta- spiega il direttore artistico- a cui il pubblico ha risposto positivamente rimanendo sorpreso e affascinato nello scoprire angoli inediti di Mantova». E mentre si spengono i riflettori sul festival di quest’anno, già parte la macchina organizzativa per il 2019. «Tutti gli artisti che hanno suonato in questi giorni hanno chiesto di tornare ma è ancora presto per indicare dei nomi. Ciò che è certo è che la musica da camera tornerà nelle le stesse date: dal 29 maggio al 2 giugno».

 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Ibrahimovic a casa di Berlusconi: "Sono qui per insegnargli come si gioca a calcio"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi