Le celebrazioni ricordando le vittime dell’Olocausto

Presentato il calendario di città e provincia Domenica eventi a partire dalle 10.30

MANTOVA. «E’ importante ragionare e riflettere sui valori del vivere civile dimenticati nel periodo nazista. Valori che sono poi divenuti la base della dichiarazione universale dei diritti dell’uomo e della nostra costituzione». A parlare è il prefetto Carolina Bellantoni in occasione della presentazione degli eventi legati al Giorno della memoria, 27 gennaio, il Giorno del ricordo, 10 febbraio e il Giorno dei giusti, 6 marzo.


Presenti anche il presidente della Provincia Beniamino Morselli e Massimo Allegretti, presidente del consiglio comunale. «Gli appuntamenti in calendario devono essere un momento di riflessione soprattutto per i giovani- continua il prefetto-. I ragazzi devono essere i protagonisti delle ricorrenze e non semplici spettatori. Solo così il ricordo degli eventi passerà da generazione in generazione». «Ciò che è successo nel periodo nazista è accaduto nel cuore dell’Europa- continua Allegretti-. Tutto è partito da uno dei Paesi più evoluti: la Germania. Non bisogna avere timore di affrontare e confrontarsi con la storia. I ragazzi devono comprendere la fortuna di vivere in un periodo storico che vede un’Europa senza guerre e senza barriere che permette loro di viaggiare e studiare in ogni Paese senza difficoltà».


Ecco alcuni eventi di domenica 27. In città, alle 10.30 all’auditorium del conservatorio, la consegna del prefetto delle medaglie d’onore ai militari italiani internati nei lager nazisti. A raccontare le loro storie, i ragazzi della consulta studentesca provinciale. Alle 12 in Sinagoga “Norsa”, via Govi 13, preghiera per gli ebrei deportati e deceduti nei campi di concentramento con la lettura dei nomi. Alle 16 alla stazione ferroviaria, binario1, ricordo delle deportazioni di Sinti e Rom. Alle 17, all’auditorium del conservatorio, riunione congiunta del consiglio provinciale e regionale con l’intervento di Marco Reglia. Spazio poi a letture, rappresentazioni teatrali e concerti. Alle 16 al Teatrino D'Arco andrà in scena Processo a Dio di Stefano Massini per la regia di Mario Zolin e alle 21, al Bibiena, il concerto “Credo nel sole anche quando non splende” . In provincia: A Volta Mantovana, sala consiliare alle 17, letture dal libro “La resistenza oltre le montagne” di Sergio Desiderati. A Gazzuolo in teatro alle 17, lo spettacolo “Yossl Rakover si rivolge a Dio”. A Suzzara, Piazzalunga, alle 16, incontro musicale “Il violino di Auschwitz”. 


 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Prostituzione e violenze sessuali, sgominata a Bologna banda che reclutava giovani ragazze albanesi

La guida allo shopping del Gruppo Gedi