Due nuove collezioni da scoprire al Forte Magnaguti di Borgoforte

Una tre giorni di appuntamenti, sabato pomeriggio c’è il taglio del nastro. L’edificio tornerà ad animarsi con i soldati austriaci, cavalli e pezzi d’artiglieria

MANTOVA. Un weekend ricco di appuntamenti per presentare il nuovo allestimento del Forte Magnaguti di Borgoforte, ora arricchito da due nuove sezioni museali. Dopo l’inaugurazione lo scorso ottobre dello spazio dedicato alla Divisione Pasubio, sabato alle 16.30 è previsto il taglio del nastro di due nuove collezioni. La prima è “Vivere la Storia”, curata dall’Associazione Napoleonica d’Italia.

In un’ala del forte è stato ricostruito l’interno di una caserma dell’esercito austriaco della metà dell’Ottocento. Quattro le stanze: gli alloggi del generale, dei sottufficiali e dei soldati, e lo spazio dove venivano consumati i pasti. La seconda è intitolata “Walter Rama-La Grande Guerra”. Si tratta della raccolta di centinaia di pezzi ritrovati dalla famiglia veronese Rama sulle montagne dell’Adamello e risalenti al primo conflitto mondiale. Tre le sale, in una delle quali è stato ricostruito un ufficio postale mobile. Visitabile anche una sezione didattica, curata dal professor Carlo Togliani, con plastici del sistema difensivo del Museo del serraglio, proiezioni e contenuti interattivi.


A collaborare per la sua realizzazione, i ragazzi della scuola superiore Galilei di Ostiglia impegnati, al pari degli studenti del Giulio Romano di Mantova, in un programma di alternanza scuola-lavoro. Per presentare al meglio il nuovo allestimento, è stato definito un programma di tre giorni. Il via domani sera alle 20.45 in sala consiliare, a Cerese, con la presentazione del libro Borgo Virgilio al tempo della Seconda guerra mondiale, scritto da Elena Caracciolo. Moderatori, Claudio Torelli e Antonio Zangara. Ai presenti sarà consegnata una copia del libro. All’interno del volume sono raccolte le testimonianze di trenta cittadini del territorio comunale che hanno vissuto in prima persona gli orrori del secondo conflitto mondiale. Oltre alla presentazione, avverrà la consegna al Comune del labaro della locale sezione dell'Associazione nazionale Combattenti e Reduci, in via di scioglimento.

Sabato pomeriggio, subito dopo il taglio del nastro da parte delle autorità, in programma le visite guidate al forte e un buffet a cura dell’associazione Amici del Forte. L’edificio si animerà con i soldati austriaci, cavalli, pezzi d’artiglieria e un’ambulanza ricostruita con tanto di medico. Domenica alle ore 11 in programma la rievocazione storica a cura dell’Associazione Napoleonica d’Italia che scatterà con la consegna della bandiera alla compagnia. Visite guidate fissate dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.30. Per informazioni è a disposizione il numero dell'ufficio cultura del Comune di Borgo Virgilio (0376-283051).

La tre giorni, voluta dall’amministrazione comunale di Borgo Virgilio, è realizzata in collaborazione con Consulta delle Associazioni, Protezione Civile Sirio, assistenti civici volontari e Amici del Forte. «Tre giorni nei quali onoreremo la storia - ha spiegato il sindaco di Borgo Virgilio, Alessandro Beduschi - Si tratta della seconda tranche di reperti previsti per il museo. La terza, incentrata sulle armi della Seconda guerra mondiale, arriverà da San Marino nei prossimi mesi». 

 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Ibrahimovic a casa di Berlusconi: "Sono qui per insegnargli come si gioca a calcio"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi