Mantova Lovers Short Film Festival: la Malesia vince la prima edizione

Cortometraggi ispirati all'amore: trionfa “My Ba’s Radio” di Victor Chen Yee Fe. Premiati anche la regista Maylis de Poncins, Giorgio Biolchini Valieri e Sara Rivero 

MANTOVA. La Malesia trionfa alla prima edizione del Mantova Lovers Short Film Festival, concorso internazionale di cortometraggi ispirati all'amore e momento tra i più attesi del programma di Mantova Lovers. Ad essere premiato è stato My Ba’s Radio, lavoro di Victor Chen Yee Fe. La cerimonia si è tenuta ieri sera al Cinema del Carbone. Una scelta non facile per la giuria, alle prese con 1500 corti arrivati da tutto il mondo. Tra i giurati, l'attrice francese Amélie Daure.

«La mia relazione con l'Italia è legata alla partecipazione alla serie tv Francesco, in cui interpretavo Chiara - ha raccontato - Un ricordo per me molto prezioso. Fare la giurata è stata un'esperienza molto interessante perché nei cortometraggi in gara ho trovato diversi punti di vista che mostrano come, nel mondo, ognuno di noi vede le cose in modo diverso».



La Daure, che ha lavorato con Marion Cotillard, è in gara per l'Orso di Berlino con l'ultimo film di Francois Ozon. A completare la giuria, il critico cinematografico Valerio Caprara, il direttore della Biennale del Cortometraggio di Vicenza Luca Dal Molin, la pr-media di Fabrica Lisa Martelli, l’attrice e regista Federica Restani, il maestro Nahel Al Halabi e il fotografo Oliviero Toscani, che ha inviato un video messaggio. Il resto della giuria aveva, invece, incontrato il pubblico nel pomeriggio alla sala delle Capriate. Grazie alla partnership con Fabrica, il vincitore avrà la possibilità di partecipare a un corso o workshop a scelta tra quelli organizzati a Treviso dal centro di ricerca di Oliviero Toscani. Al centro del corto vincitore, la storia di un uomo con problemi di salute che vive isolato dal mondo. L'unica connessione è con la moglie defunta, attraverso una radio. Una situazione che provoca la reazione del figlio, che lascia la sua città per prendersi cura del padre. Per il giovane regista di Kuala Lumpur, già trionfatore del Panasonic Digital Short Film Competition, una grande soddisfazione.

Per la miglior regia, riconoscimento alla regista e attrice francese Maylis de Poncins con il suo Satisfied, lavoro che affronta il tema dei desideri nascosti in ognuno di noi. Già nota al pubblico internazionale, la de Poncins aveva riscosso successo sul web con un altro suo corto, Je suis donc tu es, selezionato al “Nikon Film Award”. Il premio come miglior attrice è andato a Sara Rivero, attrice spagnola diplomata alla Real Escuela Superior de Arte Dramatica di Madrid e alla London Film School, che in Lo siento mi amor, diretto da Eduardo Casanova, ha interpretato un’inquietante Jackie Kennedy.

Miglior attore, invece, l’italiano Giorgio Biolchini Valieri, protagonista de Il nostro concerto, opera prima del sardo Francesco Piras, selezionata nella cinquina dei David di Donatello. Nel film, Biolchini Valieri interpreta un pensionato cagliaritano che intrattiene un’inaspettata relazione via chat con Karen, pianista di Berlino. I corti in gara sono stati inviati da tutto il mondo: Stati Uniti, Regno Unito, Iran, Sri Lanka, Olanda. A coordinare il concorso, il regista mantovano Claudio Pelizzer. L’evento è stato organizzato, nell'ambito del festival Mantova Lovers, da Confartigianato Mantova con il patrocinio di Comune e Provincia. 
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi