Gli spettacoli scelti dagli spettatori: Teatro Magro lancia Pubblico Non Privato

Venerdì 4 ottobre doppio appuntamento nella Home per il via. In programma anche un workshop con Sciarroni 

MANTOVA. Teatro Magro festeggia il ventennale e vara la stagione “Pubblico Non Privato”. Il primo spettacolo sarà venerdì 4 ottobre alle 19.30 e 21.30 nello spazio Home di Cittadella: “Il rito 2”: una produzione di Teatro Magro in collaborazione con 33Rooms (Svizzera) con la drammaturgia di Magdalena Barile. La stagione poi proseguirà il 19 alle 21 (spazio Beatnik) con “First Love” di e con Marco D'Agostin. Il 16 e 17 novembre 2019 (spazio Home) workshop di danza e teatro condotto da Alessandro Sciarroni.

Il 30 novembre alle 21 (spazio Beatnik), ecco “Graces” di e con Silvia Gribaudi, spettacolo rivolto a stranieri e richiedenti asilo. Il 14 dicembre (10.30 e 21 - spazio Beatnik) “Her-on” con Pallecchi, Spattini/Balletto Civile. Il 21 dicembre (alle 21.00 - spazio Home) “I Dissidenti” con Samuel Hili; l’11 gennaio 2020 (17 - spazio Gradaro) “Thioro, un Cappuccetto Rosso senegalese” di Teatro delle Albe / Ker Théâtre Mandiaye (spettacolo rivolto a stranieri e richiedenti asilo). I 25 gennaio(21 - spazio Home) “Trilogia del tavolino/La vita ha un dente d'oro” di Rita Frongia.


Il 9 (alle 17) e il 10 febbraio ( ore 10.30 - spazio Home) ci sarà Shakespearology di Sotterraneo (spettacolo aperto alle scuole). Il 22 febbraio alle 21 (spazio Beatnik) è in programma “Un po' di più” di Bernabéu/Covello; il 7 marzo alle 21 (spazio Home) “Lighter than woman” di Kristina Norman. Il 22 marzo alle 21 (spazio Beatnik) “La classe” di Cranpi/Fabiana Iacozzilli. Il 4 aprile alle 21 (spazio Home) “9841/Rukeli” di Farmacia Zoo.

Infine il 18 aprile alle 21 e il 19 alle 18 (spazio Beatnik) “Benvenuti” di Zero Beat.

Teatro Magro e Zero Beat rappresentano un fattore di innovazione e di arricchimento per l’intero sistema dello spettacolo dal vivo e sono due realtà che operano da anni sul territorio occupandosi di attività culturali prevalentemente rivolte alla comunità locale maturando una lunga esperienza professionale nell'ambito del teatro di ricerca, teatro di comunità, performing art, musica e audiovisivi.

« Il progetto “Pubblico Non Privato” - spiega una nota del Magro - ha previsto, come prima azione, una call aperta alla cittadinanza per diventare Spettatori mobili, ovvero co-organizzatori della rassegna. Ci sono poi stati tre incontri di formazione alla visione di spettacoli a cura di Teatro Magro, Zero Beat e in collaborazione col progetto Tips Theater con Giulia Menegatti. Gli Spettatori mobili hanno visitato alcuni dei più importanti festival nazionali di teatro contemporaneo quali Dominio Pubblico – Roma; Colline Torinesi - Torino; Da vicino nessuno è normale – Milano; Festival Inequilibrio – Livorno; Santarcangelo Festival – Ravenna; Festival Pergine – Trento; Kilowatt Festival – Arezzo; Fies/Drodesera Festival – Trento; Teatro Sociale Gualtieri – Reggio Emilia. E, sempre accompagnati da operatori di Teatro Magro e Zero Beat hanno selezionato artisti e spettacoli da ospitare a Mantova. Nasce così la stagione “Pubblico Non Privato”: una rassegna di incontri ideata dal pubblico per il pubblico ed aperto a tutta la cittadinanza». Biglietti: intero 12 euro (ridotto 8); ridottissimo 5 (LaiVin card, studenti e “Carni scelte”). Workshop Alessandro Sciarroni: 50 euro. Evento di apertura: ingresso libero. Info e prenotazioni pubblicononprivato@gmail.com. Tel: 347-0860228 (Beatnik 389-2374564).
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi