Mantova ricorda Bellintani: studiosi a convegno per celebrare il poeta

All'aula magna Isabella d’Este l’associazione La Corte dei Poeti organizza un confronto a partire dalle 17.30

MANTOVA. Per lui “grande” era Omero, e pochi altri. Se gli davi del grande poeta si offendeva. Ora che non c’è più, morì il 7 ottobre 1999, possiamo dire che è grande, riconosciuto tale. «Quand agh sarò pü, ch’i diga e i faga quél ch’i völ» diceva, lo riferisce l’amico Angelo Lamberti. Dicano e facciano ciò che vogliono.

Oggi, lunedì 7 ottobre,  a 20 anni dalla morte, l’associazione La Corte dei Poeti organizza un convegno su Umberto Bellintani, inizio alle 17.30 nell’aula magna Isabella d’Este, a Mantova in via Giulio Romano 13, ingresso libero. Partecipano Giovanni Pasetti, Silvio Ramat, Gianfranca Lavezzi, Nicoletta Trotta, Maurizio Cucchi, Angelo Lamberti, Lucia Papaleo e Stefano Iori, direttore artistico del Premio Nazionale di Poesia Terra di Virgilio che si svolgerà il 22 e 23 maggio e sarà intitolato a Bellintani.

Al Premio, l’anno prossimo, sarà presente Suzana Glavaš, curatrice nel 2006 di “Se vuoi sapere di me”, le poesie di Bellintani non incluse nelle raccolte precedenti, l’ultima – vivente il poeta – intitolata “Nella grande pianura”, edita da Mondadori nel 1998 a cura di Cucchi. Bellintani, dopo avere dato a Cucchi le poesie, voleva fare marcia indietro, ma per fortuna il libro andò in porto. Bellintani si celava. Pubblicò sulla rivista “La Corte” (diretta da Alessandro Gennari, Pasetti era nella redazione) tre poesie con lo pseudonimo di Federico Fiume (il Po, senza dubbio), n. 14 della rivista, 1992.

Nello stesso numero c’è la firma di Fabrizio De André. Ci sono inediti di Bellintani? Anni fa la figlia Rita (oggi non partecipa al convegno) versò le carte del padre al Centro manoscritti dell’Università di Pavia: la presidente Lavezzi e la responsabile gestionale Trotta sono al convegno. Nel 1997 Ramat, professore emerito di Letteratura italiana contemporanea dell’Università di Padova, ricevette da Bellintani delle carte per un articolo sulla rivista “Poesia” dell’editore Crocetti. Tra quelle carte potrebbe esserci qualche inedito.
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi