L’Accademia il 15 ottobre celebra la nascita del poeta Virgilio

Si comincia alle 9 con A scuola con Enea. L’intera mattinata della Giornata virgiliana sarà occupata dal lavoro seminariale svolto da due classi del liceo scientifico Belfiore insieme con l’accademico professor Giuseppe Gilberto Biondi, emerito dell’Università di Parma, virgilianista e catullianista

MANTOVA. Il 15 ottobre l’Accademia Nazionale Virgiliana (Sala Ovale, ore 9 e 16.30) dedica un intero giorno al ricordo della nascita di Publio Virgilio Marone. Come ogni anno il giorno della nascita di Publio Virgilio Marone (Andes, 15 ottobre 70 a.C. – Brindisi, 21 settembre 19 a.C.) viene ricordato dall’Accademia con numerose iniziative aperte ai giovani e al pubblico di ogni età. Si comincia alle 9 (Sala Ovale) con A scuola con Enea. L’intera mattinata della Giornata virgiliana sarà occupata dal lavoro seminariale svolto da due classi del liceo scientifico Belfiore insieme con l’accademico professor Giuseppe Gilberto Biondi, emerito dell’Università di Parma, virgilianista e catullianista.

La giornata proseguirà alle 16.30 (Sala Ovale) con la conferenza di Salvatore Monda (Università del Molise) dal titolo Il poeta e l’artista: Virgilio nell’interpretazione di Cesare Lazzarini. Con l’occasione sarà possibile ammirare per l’ultimo giorno l’esposizione delle opere grafiche dedicate dal pittore Lazzarini all’opera di Virgilio. Chiude la giornata Musicali impressioni d’antico (Sala Ovale, ore 18): cogliendo la suggestione del rapporto fra letterature classiche e moderne con gli altri linguaggi artistici, il Quartetto Maffei eseguirà musiche di Maurice Ravel evocando così un periodo in cui l’attenzione all’antico e alle culture lontane ha dato vita in Francia alla rivoluzione impressionistica.


Tutte le iniziative sono a ingresso libero sino a esaurimento dei posti.


 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi