Al via "Mondovisioni": cinema, viaggio tra diritti umani libertà di stampa e geopolitica

Internazionale: dal 14 gennaio la rassegna di sette film al via al Carbone

MANTOVA. Geopolitica, diritti umani, libertà di stampa. Temi al centro del dibattito e filo conduttore di Mondovisioni, progetto a cura di CineAgenzia per Internazionale. Una rassegna di documentari al via da martedì al Cinema del Carbone, sette film che verranno proposti con cadenza settimanale. Si parte il 14 gennaioì con Bellingcat-Truth in a Post-Truth World (Hans Pool, Paesi Bassi, 2018, 89'), lavoro che celebra l’impegno dell’omonimo collettivo online di citizen journalists impegnato a smascherare fake news.

Presenta il film Giovanni Zagni, direttore del progetto di fact-checking Pagella Politica. Il 21 gennaio tocca a Mission Lifeline (Markus Weinberg e Luise Baumgarten, Germania, 2019, 68'). La pellicola ci porta a bordo della nave di una ong tedesca impegnata nei salvataggi nel canale di Sicilia e tra i manifestanti che in Germania gridano «Lasciateli annegare». Leftover Women (Shosh Shlam e Hilla Medalia, Israele, 2019, 84') è l'appuntamento del 4 febbraio. Un toccante ritratto di tre giovani cinesi alle prese con gli sprezzanti giudizi sulle donne non sposate.

Presenta il film Désirée Marianini, esperta di cultura e società cinese. L'11 febbraio ecco XY Chelsea (Tim Travers Hawkins, Regno Unito, 2019, 94'), opera che ripercorre la parabola di Chelsea Manning, dalle rivelazioni di Wikileaks alla sua transizione di genere, fino all'impegno in politica. Il quinto film è Midnight Traveler (Hassan Fazili, Usa, Qatar, Canada, Regno Unito, 2019, 86'), cronaca in prima persona dell’odissea di una famiglia dall’Afghanistan all’Europa, filmata con dei cellulari. Presenta il film Christian Elia, co-direttore della rivista online Q Code Magazine.

Il 25 febbraio spazio a Prey (Matt Gallagher, Canada, 2019, 84'), documentario incentrato sulla drammatica questione degli abusi sessuali sui minori nella Chiesa. Si chiude il 3 marzo con Sakawa (Ben Asamoah, Belgio, 2018, 81'), lavoro che getta uno sguardo dietro le quinte delle truffe online grazie alle quali sopravvivono i giovani ghanesi. Introduce il film Jacopo Ottaviani, collaboratore di Internazionale, The Guardian, Al Jazeera International e Foreign Policy. Proiezioni in programma alle 18.15 e alle 21.15. Abbonamento per i sette film al costo di 20 euro, biglietto singolo 7 euro, ridotto soci Cinema del Carbone 5 euro.

I film sono disponibili, con prenotazione, per le scuole superiori la mattina successiva al giorno indicato in programma o in altra data da concordare. Costo del biglietto per gli studenti tre euro, gratuito per gli insegnanti. Info e prenotazioni, 0376.369860, info@ilcinemadelcarbone.it e www.ilcinemadelcarbone.it. Realizzato con Amnesty International-Gruppo Italia 79, Anpi provinciale, Chiesa Valdese di Mantova, Cisl, eQual, Ethics Expo, Gruppo di Iniziativa Territoriale di Banca Etica Mantova, Libera-Coordinamento di Mantova, Mantova per la Pace, Progetto Sprar Enea, con il sostegno di Associazione Colibrì, L’Albero, …Con vista sul mondo, Cooperativa “Il Mappamondo”, Nur-Internet Marketing, La Salamandra e con il patrocinio del Comune.

Video del giorno

L'industriale dona due milioni al Comune e posa la prima pietra dell'asilo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi