Un cuore che non ha smesso di battere: i Negrita tornano per una grande festa

In ottocento, fra vecchi e nuovi fan al teatro Sociale di Mantova. Rispetto al passato, la band punta su un’atmosfera più intima

MANTOVA. I Negrita che non t'aspetti, tra atmosfere intime e classici capaci di indossare una nuova veste. Tutto esaurito al Sociale per il concerto della band toscana, applaudita da 800 spettatori. Una carrellata dove non sono mancati i brani più noti, alternati a chicche che il gruppo non proponeva live da tempo. La Teatrale+Reset Celebration, è questo il titolo della terza e ultima parte del lungo tour iniziato lo scorso anno.

Dopo i sold out in serie registrati lo scorso anno, i Negrita hanno dato il via nella loro Arezzo alla nuova tranche di date. Tre serate e tre tutto esaurito nella città natale. A testimoniare il feeling dei Negrita con i loro fan, anche per la data mantovana (i Negrita suonarono all’Eta Beta a metà anni ’90) i tagliandi sono stati polverizzati in poche settimane. Un live semiacustico in cui i tradizionali marchi di fabbrica di Pau e soci hanno lasciato spazio, almeno in parte, a suoni più morbidi. Un'atmosfera raccolta, con i musicisti seduti sugli sgabelli. Pau e la sua armonica aprono la serata con la delicata Ho imparato a sognare. Una scelta che suona come un'indicazione precisa di quanto verrà proposto nella serata. La data rappresenta una grande festa nel segno di importanti celebrazioni.

Nel 2019, infatti, cadevano sia i 25 anni dal primo album, Negrita, sia i 20 dall'uscita di Reset, lavoro di svolta in una carriera che ha visto non pochi cambi di direzione. Tra gli snodi cruciali proprio Reset, album nel quale il gruppo, pur rimanendo fedele al verbo del rock, abbracciò l'elettronica. E nel concerto mantovano non sono mancati gli omaggi ad un disco apprezzato da pubblico e critica. Lo show scorre velocemente, tra le tante hit di una carriera sempre sulla cresta dell'onda. Brucerò per te, Greta, Che rumore fa la felicità. Mantova applaude, i Negrita ringraziano. 

Video del giorno

Mantova, il saluto alla Mille Miglia

La guida allo shopping del Gruppo Gedi