Contenuto riservato agli abbonati

“Mameli rock” con il mantovano Giacomo Voli: il nuovo inno scala le classifiche

Il cantante che abita a Cerese ha prestato la sua voce con l’arrangiamento metal. Ospite d'eccezione Andrea Braido, storico chitarrista di Vasco Rossi e Zucchero

MANTOVA. L'Inno di Mameli in versione metal scala le classifiche e conquista il mondo. Tra i principali protagonisti del progetto Mameli rock, ideato dal chitarrista Marco D'Andrea con il supporto di Rnc Music, c'è il cantante Giacomo Voli. Nato a Correggio, ma da tempo mantovano d'adozione (vive a Cerese), Voli ha prestato la sua voce cantando dalla propria abitazione l'inno nazionale in un particolare arrangiamento metal. Al progetto hanno partecipato alcuni dei musicisti più importanti della scena hard rock nazionale.

Ospite d'eccezione Andrea Braido, storico chitarrista di Vasco Rossi e Zucchero. Le registrazioni e le riprese video, vista l'impossibilità di uscire di casa nel periodo di quarantena, sono state realizzate nelle proprie abitazioni e nei propri studi privati. I frammenti registrati dai diversi artisti sono confluiti in un video pubblicato su You Tube. L'iniziativa ha anche finalità benefiche, visto che il ricavato della vendita del brano, che è possibile acquistare al link www.rncmusic.it/index.php?mod=news&nid=2002, sarà devoluto al Policlinico di Milano per aiutare la struttura sanitaria nella lotta contro il Covid-19.

«Sono stato contattato da Marco D'Andrea, che non conoscevo personalmente - spiega Voli - ma ho sentito l'arrangiamento e mi è piaciuto subito. Non avevo mai cantato l'inno nazionale in passato. C'ero andato vicino solo alcuni anni fa a Mantova, avrei dovuto eseguirlo prima di un evento sportivo. Alla fine, però, non se ne fece nulla. Sono contento, l'iniziativa è lodevole e in tanti hanno voluto partecipare. Ho cercato di dare il meglio ed è stata un'esperienza divertente». Il brano ha fatto registrare un successo notevole, in parte inatteso nelle dimensioni.

Prima la scalata nella classifica rock di I Tunes, dove è entrato nelle prime dieci posizioni in compagnia di artisti quali Bob Dylan, Queen, Guns N' Roses e Ac/Dc. Poi l'esplosione all'estero, con il brano che è stato distribuito sul mercato scandinavo e persino in Corea del Sud. Con Voli, D'Andrea e Braido, hanno partecipato Masha Mysmane, Dj Toky, Tommy Massara, Marco Pastorino, Ralph Salati, Stefano Arrigoni, Antonio Cordaro, Anna Portalupi, Gianluca Ferro, Axel Capurro, Giacomo Gigantelli, Alessandra Sancio, Klod Brolis, Steve Michensia e Jack Draven. Il videoclip del brano, caratterizzato da riprese amatoriali, è stato voluto dagli organizzatori per sottolineare la particolarità del momento storico che tutti noi stiamo vivendo. Un'altra tappa preziosa nella carriera di Voli, lanciato nel mondo della musica dalla partecipazione, nel 2014, al talent The Voice of Italy.

A seguire i due album realizzati con i Teodasia, la partecipazione all'Eutropia Festival di Roma, dove cantò con il Banco del Mutuo Soccorso, e i suoi progetti solisti, 'Ancora nell'Ombra' e 'Prigionieri Liberi'. Dal 2016 è il cantante dei Rhapsody of Fire, con i quali porta il metal italiano nel mondo.

 
 

Video del giorno

Covid, Brusaferro: "Ecco le differenze tra l'epidemia oggi e un anno fa senza vaccini"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi