Il grido di ribellione di Raim: esce il singolo “Non mi basta”

Il cantante Raimondo Cataldo in arte Raim (foto Ermes Tazzari)

Nuova prova per il cantante mantovano Cataldo. Aspettando Sanremo Giovani. Annunciati altri due brani a luglio e settembre: «Sogno di tornare sul palco»

MANTOVA. «Questo brano è il grido di chi non si accontenta, di chi non vuole arrendersi di fronte agli ostacoli che la vita pone davanti a tutti noi». A cinque mesi di distanza da “Labirinto”, brano arrivato nell’elenco dei venti finalisti a Sanremo Giovani, il mantovano Raimondo Cataldo, in arte Raim, torna con il nuovo singolo “Non mi basta”. «Un brano energico, scritto da Salvatore Riso – lo racconta Cataldo – Parla di chi non vuole restare bloccato in una situazione e per questo urla, vuole far sentire la propria voce». Per il singolo è stato girato anche un video ufficiale che ha visto Raim vestire i panni dell’attore, dell’operatore e anche dello scenografo.

«Lo abbiamo fatto in quarantena e non potevamo incontrarci. Per questo l’ho realizzato in casa mia, riprendendomi e muovendo la telecamera su indicazione del produttore. Gli oggetti che si vedono sono quelli della mia abitazione». Nella copertina del singolo, Raim è senza maglietta. «Volevo mettermi a nudo. Non volevo che fossero presenti tanti elementi. L’attenzione si deve concentrare sul mio viso, sulle emozioni che trasmette e che spero arrivino grazie alla canzone».


Il 2020 sarà un anno intenso per Cataldo. Già programmata, infatti, l’uscita di altri due singoli: “Sesto senso”, disponibile dal 17 luglio, e “Ali per l’America”, in arrivo il 21 settembre. Un percorso che potrebbe portare ad un album e segnerà l’avvicinamento a una nuova avventura targata Sanremo Giovani, col mirino già puntato sull’edizione 2021.

Classe ’91, Cataldo ha visto la sua carriera cambiare direzione una prima volta nel 2017, con la partecipazione alla finale del Festival di Castrocaro con la cover “Se adesso te ne vai” di Massimo Di Cataldo. Nel 2018 partecipa a “The Voice of Italy”, talent show trasmesso da Raidue, guadagnandosi un posto nel team di Al Bano, che lo sceglie per primo durante l’esibizione live di “I can’t stand the rain” di Ann Peebles.

La trasmissione segna anche l’inizio del rapporto di amicizia e collaborazione con Al Bano, che lo vuole tra gli ospiti del suo show “55 passi nel sole”, trasmesso da Canale 5. Per l’occasione Cataldo interpreta “Hallelujah” di Leonard Cohen. Si tratta di uno dei momenti più seguiti del programma, con un picco di share del 22%. Da qui una seconda svolta, con l’incontro con il produttore Ciro Scognamiglio e la genesi del progetto Raim, dal respiro più internazionale. Un cambiamento radicale, «una rinascita» la definisce lui. Fino al successo di “Labirinto” e all’avventura di Sanremo Giovani.

«Non vedo l’ora di tornare a esibirmi dal vivo – afferma Raim – Il nostro settore è stato colpito duramente e non è arrivato grande sostegno dalle istituzioni. Per questo motivo ho partecipato, al pari di tanti artisti, alla campagna “Io lavoro con la musica”. La mia speranza è quella di tornare sul palco a settembre». 
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La top model Gisele Bündchen salva una tartaruga marina intrappolata in una rete e la libera in mare

La guida allo shopping del Gruppo Gedi