Amici di Palazzo Te: nuovi soci onorari

Entrano Barucca, Besutti e Tamassia. La ricorrenza del 6 luglio alla Madonna della vittoria 

MANTOVA. La cerimonia per il conferimento della carica di soci onorari 2020 degli Amici di Palazzo Te e dei Musei Mantovani, tenutasi alla Madonna della Vittoria, ha preso il via con una breve sequenza girata a Mantova di “Novecento”, capolavoro cinematografico di Bernardo Bertolucci con la colonna sonora firmata da Ennio Morricone, scomparso proprio il 6 luglio. E’ la data della consacrazione della Chiesa della Madonna della Vittoria, avvenuta nel 1496, celebrata quest’anno senza torta finale a causa del Covid-19.

I tre prescelti sono stati il sovrintendente Gabriele Barucca alla guida della Sovrintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio, riconfermato nel ruolo per i prossimi tre anni proprio il giorno precedente, Paola Besutti, docente, accademica e musicologa, e Luisa Onesta Tamassia direttrice dell’Archivio di Stato, premiati da altrettanti soci onorari che li hanno preceduti: Claudia Bonora Previdi, Gianluigi Arcari e Omero Araldi. A fare gli onori di casa è stato il presidente Italo Scaietta che ha ricordato il momento di sofferenza del mondo della cultura e il ruolo importante che arte e bellezza hanno avuto durante il lockdown, annunciando con orgoglio che, anche quest’anno, i soci sono ben cinquecento. Curricula infiniti, densi di prestigiose esperienze nei vari campi del sapere per la terna dei tre nuovi soci onorari che nel corso della serata hanno illustrato i loro progetti futuri per la valorizzazione dei beni della città con un velo di emozione e gratitudine per gli Amici.

«Dopo aver lavorato per unificare le tre sovrintendenze ora è il tempo di ripartire con gli eventi e i progetti di respiro– ha detto Barucca -. Tra gli obiettivi che mi sono posto vi sono la riapertura della chiesa di san Maurizio, il restauro di Porta Giulia e una maggior esaltazione del rapporto della città con l’acqua, sempre sottolineato dai viaggiatori del passato, oggi un po’ perso». Di tutte le attività di cui si occupa in Accademia Nazionale Virgiliana ha parlato poi Paola Besutti, extra muros per lavoro, tra cui i Concerti dell’Accademia, “A scuola con…” e molti studi di ricerca. Infine Luisa Onesta Tamassia, oltre alla ripresa delle attività in collaborazione con gli Amici dell’Archivio di Stato, costola di quelli dei Musei, ha elencato i suoi obiettivi: il riordino delle lettere di Lucrezia Borgia e dell’archivio Cavriani, la pubblicazione dell’inventario di Baldassarre Castiglione e, soprattutto, il compimento dei lavori di restauro della sede, un tempo appartenuta ai Gesuiti.

 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi