Mantova, la prima arena Bike-in d'Italia apre il 10 luglio a Campo Canoa

Venti realtà culturali coinvolte e sessanta eventi in programma fino a settembre. Si parte con il concerto gratuito del jazzista Ottolini e l'orchestra Ottovolante

MANTOVA. Sessanta eventi distribuiti in un calendario di due mesi realizzato con il coinvolgimento di oltre venti associazioni ed enti culturali della città. Presentata ieri mattina in sala consiliare la prima arena Bike-in d'Italia, che dal 10 luglio al 13 settembre ospiterà concerti, spettacoli e proiezioni cinematografiche a Campo canoa. Un progetto ideato da tre realtà dello spettacolo come Fresh Agency, Shining Production e Live Club, che prende il via grazie alla collaborazione tra Comune e Fondazione Mantova Capitale Europea dello Spettacolo.

Il format, alternativo al drive in, vede protagonista la bicicletta, nel segno del rispetto delle norme legate al distanziamento fisico e dell'attenzione per l'ambiente. Il pubblico potrà raggiungere la propria postazione su due ruote e tenere accanto la bici nel proprio spazio delimitato. Possibile accedere da soli o con i congiunti firmando un'autodichiarazione. I punti d'accesso saranno controllati e differenziati tra ingresso e uscita, con percorsi guidati per raggiungere i servizi igienici. La capienza massima è di 520 persone. Il programma completo e aggiornato degli eventi è disponibile su www.mantovaestate.it e www.bike-in.it/mantova. Ad inaugurare la struttura sarà venerdì alle 21.30 il concerto gratuito del jazzista Mauro Ottolini accompagnato dall'orchestra Ottovolante. Il primo weekend proseguirà sabato con la proiezione di Emma, primo film della rassegna cinematografica curata dalla multisala Ariston che vedrà in totale 19 appuntamenti nelle domeniche, martedì e giovedì di luglio e agosto. Infine domenica il live acustico di Niccolò Fabi, sul palco con Roberto Angelini e Pier Cortese, primo evento targato Shining Production. In cartellone iniziative di Segni d'Infanzia, che lunedì 20 luglio svelerà l'autore della balena, animale simbolo della prossima edizione, il festival di Disanima Piano, gli eventi musicali di Arci, MantovaMusica e Mantova in Blues. E poi il concerto del cantautore Luca Bonaffini (29 luglio), gli spettacoli di Amare Mantova e della scuola di danza Officina delle Arti. Fino agli altri tre eventi targati Shining Production con Claudio Bisio e Gigio Alberti, Dente e Guido Catalano. Il costo dell'operazione supera di poco i 200mila euro, 65mila dei quali investiti dal Comune. «Si tratta di una iniziativa che spero possa essere replicata anche nei prossimi anni - ha spiegato il sindaco Mattia Palazzi -. Un'arena culturale che è sempre mancata alla città e che si affiancherà in futuro ai grandi concerti internazionali. Il gioco di squadra è stato determinante e per questo ringrazio tutte le realtà coinvolte. Da soli non ci saremmo riusciti. Se consideriamo anche gli eventi in centro, il numero di spettacoli previsto per questa estate non ha eguali in nessun'altra città. Credo che in molti arriveranno dalla provincia e dalle città vicine». Un plauso all'iniziativa è arrivato anche dal presidente della Fondazione Capitale Europea dello Spettacolo Francesco Ghisi, dal presidente di Tea Massimiliano Ghizzi, dall'assessore provinciale alla cultura Francesca Zaltieri, e da Laura Ciraudo di Shining Production.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi