“Trame Sonore”: concerti e giochi di luce e domenica il gran finale

Successo, applausi e atmosfera. Domenica alle 22 in piazza Santa Barbara il “Focus Beethoven” col tutto esaurito annunciato

MANTOVA. Tanti debutti importanti nella seconda giornata di Trame Sonore. Dopo il tutto esaurito dell'inaugurazione di venerdì pomeriggio in piazza Santa Barbara, la manifestazione è entrata nel vivo ieri con molti ospiti attesi dagli appassionati. Sempre molto gettonato l'artista residente Alexander Lonquich, con i suoi appuntamenti che hanno fatto registrare sold out in serie. A partire dall'apprezzata Sonata n. 7 in do minore op. 30 n. 2 di Beethoven proposta a Palazzo Ducale con la violinista Carolin Widmann. Prima assoluta anche per il tenore inglese Mark Padmore al teatro Bibiena.

Emozionanti i Lieder di Beethoven con l'accompagnamento del pianista James Baillieu. Tra gli ospiti più attesi, il Settimino dei Berliner Philharmoniker e la pianista Gloria Campaner, protagonisti in due differenti eventi nell'affascinante scenario di piazza Santa Barbara. Ottimo successo di pubblico anche per i laboratori per ragazzi “Suoni ecologici differenziati”, realizzati in collaborazione con Zerobeat e dedicati ai bambini e alle loro famiglie. L’incontro simbolico tra Beethoven e Monteverdi, impossibile ma reso concreto attraverso giochi di luci, si è riproposto ieri sera nella magia di piazza Santa Barbara, definendo un percorso d’ascolto a connettere la musica di Beethoven, rappresentata nell'occasione dal suo celeberrimo Settimino op. 20, e le atmosfere monteverdiane, in una basilica palatina attiva in orario notturno. I volti dei due compositori sono stati proiettati sulle mura esterne del palazzo.

Luci ed effetti scenici hanno avvolto gli spettatori, con un contrasto emozionante tra la luce folgorante della basilica illuminata e le ombre protagoniste in alcune zone della piazza. Questa edizione speciale di Trame Sonore, rimodulata nei numeri in funzione della sicurezza di pubblico e artisti ma ad alta densità di offerta musicale, si concluderà oggi con tanti appuntamenti cerchiati in rosso. Il successo della manifestazione è testimoniato dai numerosi sold out, anche se non mancano alcune chicche ancora disponibili, spesso in virtù di qualche forfait dell’ultimo momento da parte di chi aveva prenotato i tagliandi. A tal proposito, la biglietteria del festival resterà attiva in Palazzo Castiglioni dalle 10 alle 17. Il gran finale è fissato per questa sera alle 22 in piazza Santa Barbara, con ingresso dalla discesa di piazza Paccagnini, con un concerto che ha già fatto registrare il tutto esaurito. Sul palco il violinista Nurit Stark, il violoncellista Vashti Hunter, l'artista residente e pianista Alexander Lonquich e l'Orchestra da Camera di Mantova. Protagonista sarà ancora una volta lui, Ludwig Van Beethoven, con il triplo concerto in do maggiore op. 56. —


 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La carica delle truppe ucraine nella pianura di Kherson

La guida allo shopping del Gruppo Gedi