Mantova, cinema d’Essai: anche Elio Germano tra gli ospiti degli Incontri Fice

Dal 5 all’8 ottobre ritorna la manifestazione con eventi speciali e proiezioni. Protti: «Hotel già esauriti, la rassegna darà un impulso all'economia della città»

MANTOVA. Mantova è pronta a tornare capitale del cinema di qualità. Dal 5 all’8 ottobre torna la rassegna Incontri del Cinema d'Essai, organizzata dalla Fice, la Federazione italiana cinema d'essai. Un'edizione importante non solo perché si tratta del ventennale, e della dodicesima edizione consecutiva a Mantova, ma in quanto tappa di ripartenza per il mondo del cinema, colpito duramente dall'emergenza Covid. Prevista la partecipazione di oltre seicento professionisti del settore.

Invariato il format, con anteprime, trailer, incontri con i protagonisti del cinema, la consegna dei Premi Fice e molti appuntamenti aperti al pubblico. Ricco, e in costante aggiornamento, il programma degli ospiti. Il nome trapelato nelle ultime ore è quello di Elio Germano, Orso d'argento per il miglior attore al Festival di Berlino per la sua interpretazione del pittore Ligabue in Volevo nascondermi. Tra gli altri destinatari dei Premi Fice ai talenti del cinema d’essai, i registi Giorgio Diritti, Ferzan Ozpetek, Elisabetta Sgarbi, l’attrice Sara Serraiocco, la produttrice Donatella Palermo, il costumista Massimo Cantini Parrini e Luigi Lonigro di 01 Distribution. La cerimonia si terrà mercoledì 7 ottobre, a partire dalle 20, al teatro Bibiena. Le altre location della rassegna saranno multisala Ariston, Mignon, cinema del Carbone e ridotto del teatro Sociale.

«Sei mesi fa non avremmo mai pensato di poter realizzare questo evento - spiega Paolo Protti -, poi, anche sull'onda dell'annuncio che si sarebbe tenuto il Festival di Venezia, siamo partiti per organizzazione e programmazione. Siamo orgogliosi e prudenti. E particolarmente felici che Mantova, un luogo ideale per l'evento, sia diventata una città entrata ormai a pieno diritto in quelle che ospitano appuntamenti tradizionali per il cinema». Le norme Covid costringeranno ad una riduzione della capienza. Alcuni film, per dare a tutti la possibilità di vederli, saranno proiettati in contemporanea in più sale. Gli orari saranno maggiormente scaglionati per permettere afflussi e deflussi di pubblico più sicuri. Parte degli eventi saranno riservati agli addetti ai lavori, ma non mancheranno gli appuntamenti aperti alla città. Tante le anteprime che saranno proiettate per la prima volta a Mantova.

«La manifestazione darà anche quest'anno un impulso all'economia della città - aggiunge Protti -. Basti pensare che gli hotel risultano esauriti in quei giorni. Il cinema era ripartito con slancio a fine agosto, poi è arrivata una flessione. Il mercato internazionale, in particolare quello statunitense, vive una situazione difficile, con molte uscite spostate al 2021. Speriamo in una ripresa per Natale». Il programma sarà costantemente aggiornato sul sito Internet www.fice.it

La guida allo shopping del Gruppo Gedi