Musica e risate alla Grana Arena di Mantova: ecco gli show per la ripartenza

Ricco programma da Capossela il 27 ottobre a Natalino Balasso il 12 dicembre. Duemila i posti a disposizione (800 nel teatro) nel rispetto delle norme Covid

MANTOVA. Porte di nuovo aperte alla Grana Padano Arena e Theatre. Dopo Italian reptiles expo, primo evento organizzato il 12 e 13 settembre dopo i mesi di chiusura per l’emergenza Covid, è stato il cantautore e poeta Gio Evan a far tornare sabato musica e parole nel palasport cittadino.

Il programma di eventi va arricchendosi di nuove proposte. Il 27 ottobre spazio a “Pandemonium”, il concerto narrativo di Vinicio Capossela. Canzoni messe a nudo, scelte liberamente in un repertorio che questo anno va a compiere i trent’anni dalla data di pubblicazione del primo disco “All’una e trentacinque circa”. “Pandemonium” era anche il nome della rubrica quotidiana tenuta da Capossela durante il periodo del lockdown, sorta di almanacco del giorno che indagava le canzoni e le storie che ci stavano dietro.


Alice sarà, invece protagonista il 14 novembre con il suo tour “Alice canta Battiato”. «Il compositore e autore che sento più vicino e affine, non solo musicalmente, e Franco Battiato - racconta l’artista - e da molto tempo, nei vari progetti live e discografici, canto le sue canzoni, quelle a cui sento di poter aderire pienamente». In scaletta brani in versione acustica arrangiati dal pianista Carlo Guaitoli, canzoni cantate nel tour del 2016 nel quale Alice e Battiato hanno diviso il palco e altri pezzi mai eseguiti prima dall’artista.

Si passa, poi, al 25 novembre con Tullio Solenghi e la Nidi Ensemble in scena con “Dio è morto e neanch’io mi sento tanto bene”. La lettura di alcuni esilaranti brani tratti dai libri di Woody Allen si intrecceranno con le musiche che hanno caratterizzato i suoi film piu significativi. Dai “Racconti Hassidici” alla parodia delle Sacre Scritture tratti da “Saperla lunga”, allo spassoso “Bestiario” tratto da “Citarsi addosso”. Il tutto intervallato da brani di George Gershwin, Tommy Dorsey, Dave Brubeck, con uno speciale omaggio al mentore di Woody, Graucho Marx, evocato dalla musica Klezmer.

“Punk da balera” è la proposta degli Extraliscio in programma il 4 dicembre. Un’esperienza musicale, umana e sociale che affonda le radici nella Romagna. Al centro la tradizione della musica folcloristica, tra rispetto delle regole e distruzione delle stesse con sonorità lontane dal liscio di oggi, ma vicine a quello delle origini. Il tutto con un po’ di punk. Un’orchestra che cerca di ridare dignità e nobiltà a una musica speciale, spesso maltrattata.

La comicità di Ale e Franz si prenderà il palcoscenico il 6 dicembre. Il tour “Ghe riSam” rappresenta la voglia di risalire sul palcoscenico con uno spettacolo che racconti il passato, il presente e il futuro del percorso dei due artisti. Cavalli di battaglia, pezzi inediti, situazioni riviste e riadattate. E la voglia di sperimentare nel segno dell’ironia.

Il 12 dicembre riflettori accesi su Natalino Balasso. In “Dizionario Balasso”, ci sarà un grande libro al centro del palco. Al suo interno oltre 250 parole incolonnate come in un dizionario. Il pubblico sarà chiamato a dare qualche indicazione. Non indicherà termini ma numeri, i numeri delle pagine e i numeri delle parole disposte in rigoroso disordine alfabetico. Balasso improvviserà monologhi a partire dalla definizione del lemma.

Il programma di questo ultimo scorcio di 2020 andrà poi arricchendosi nelle prossime settimane. Gli spettacoli, organizzati nel rigido rispetto delle norme Covid, possono ospitare fino a 2.000 persone per l’arena e 800 per il teatro. Gli spazi stanno tornando ad animarsi anche con cene di gala, convention, esposizioni e manifestazioni, con molte imprese che hanno scelto la struttura per i loro eventi aziendali. L’utilizzo di allestimenti quali pareti mobili, infatti, permette di creare spazi su misura. I biglietti per gli spettacoli sono in vendita sul circuito Ticketone. La rassegna è curata da Eventi Verona srl e International Music and Arts. Già annunciati i primi nomi per il 2021: Giorgio Panariello il 17 aprile e Fiorella Mannoia il 15 maggio. 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi