Mantova e i suoi tesori: Scaietta testimonial, la campagna è promossa dalla Regione

Il conservatore del museo di Palazzo d’Arco: «Onorato di rappresentare la mia città, la Lombardia è tra le zone più belle» 

MANTOVA. “Vorrei la vedessi come me ogni giorno”. È la frase, diventata slogan, con cui Italo Scaietta, conservatore del Museo di Palazzo D’Arco e a Mantova, ancor più conosciuto come presidente della Fidam e degli Amici di Palazzo Te e dei Musei Mantovani, è testimonial della campagna pubblicitaria promossa dalla Regione Lombardia sul patrimonio storico artistico. «La nostra regione è una delle più belle d’Italia e sono onorato e felice di rappresentare la mia città in questa campagna – dice -. Siamo visti come modello trainante dell’economia, dell’industria, anche della storia e della politica, ma non dal punto di vista del patrimonio anche se abbiamo una quantità notevole di siti Unesco e una varietà di paesaggi incredibili e bellissimi».

È proprio il caso di dire che la “bellezza salverà il mondo”, tanto più in questo periodo di grande preoccupazione per l’incessante diffusione della pandemia da Covid 19, anche e soprattutto in Lombardia. «La Regione ha voluto individuare una serie di “ambassador” in ogni città d’arte, che, al di là del ruolo ricoperto, con il solo nome, potesse condividere una riflessione personale e partecipe del rapporto che ha con la bellezza della propria città – continua Scaietta, semplicemente Italo per la Campagna “Mantova Lombardia Italia” -. Spero di riuscire a trasferire l’amore e la passione che ho da sempre e che ho profuso con impegno in tanti anni di attività».

Attraverso gli occhi di Italo non tanto i mantovani ma tutti i lombardi e i cittadini d’Italia e del resto del mondo, ora un po’ più lontani, potranno così entrare con una curiosità diversa nella Sala dello Zodiaco del Falconetto a Palazzo D’Arco, al teatro Bibiena, a Palazzo Te ma anche soffermarsi ad assistere a quell’incanto, cui non ci si abitua mai, dello skyline di Mantova visto da Campo Canoa. «La campagna pubblicitaria è diffusa in ogni modo, sui media, nelle fiere di settore, sul web, con immagini e video che abbiamo girato in un tour per la città – conclude il testimonial -. Ho detto tante cose e poi è stata estrapolata la frase slogan che è riportata ovunque. Ci sono esperienze analoghe a Cremona e Monza, in tutte le città d’arte della Lombardia, con l’intento da parte della Regione di far conoscere con uno sguardo nuovo quanta bellezza abbiamo a portata di mano, tutta da scoprire e da conoscere».

Italo Scaietta è indiscusso animatore della vita culturale della città e del territorio grazie all’azione capillare di collaborazione con le istituzioni che l’associazione culturale degli Amici dei Musei ha fatto in tanti anni di attività provvedendo, tra conferenze, mostre, convegni e viaggi, al recupero della Madonna della Vittoria, ora delle Pescherie di Giulio Romano, che verranno inaugurate nei prossimi giorni, instaurando rapporti con l’Archivio di Stato per non trascurare nessun aspetto, e realizzando la Scuola delle Arti appena partita anche in modalità on line. 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi