Contenuto riservato agli abbonati

«Così valorizziamo la cultura italiana». Il mantovano Barlera racconta l’Istituto di New York

Il direttore, di Sermide, è in carica dal 2018: «Mi piacerebbe un evento con il Festivaletteratura» 

MANTOVA. Alla guida dell’Istituto italiano di cultura di New York c’è un mantovano, Paolo Barlera. Un altro segno importante: esportiamo persone di primissimo piano anche negli Usa. Non dimentichiamo infatti che Stefano Albertini, bozzolese, è docente di italiano alla New York University e direttore della Casa Italiana Zerilli-Marimò, sempre a New York. Fondato nel 1961, l’Istituto Italiano di Cultura di New York è una diramazione ufficiale del Governo italiano dedicata alla promozione della cultura italiana negli Stati Uniti attraverso l'organizzazione di manifestazioni e eventi e l'offerta di servizi culturali.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

La Gazzetta in campo - La pallavolo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi