MantovaMusica torna con la nuova stagione

Concerti nei teatri della provincia: il via il 12 marzo, confermate le location. Giavazzi: «Il cartellone sarà preceduto da eventi in streaming»

MANTOVA. Un cartellone di eventi in presenza in via di definizione, preceduto da una serie di appuntamenti in streaming. MantovaMusica, progetto musicale incentrato sulla realizzazione di una stagione di musica tra i generi classica, jazz e contemporanea, è pronto a tornare per il sesto anno.

Società della Musica, Associazione Arti.Co-I Concerti della Domenica e Diabolous in Musica, tra le più significative associazioni di organizzazione concertistica del territorio, si sono riunite anche quest'anno per dare vita ad un'unica stagione musicale coordinata.


La data per il primo evento in presenza è stata fissata per il 12 marzo. I dettagli del programma verranno svelati nelle prossime settimane, ma non mancano le anticipazioni. Saranno anche quest'anno una quarantina gli eventi in programma.

Confermate le tradizionali location: dal teatro Bibiena alla ex chiesa della Madonna della Vittoria, dall'auditorium del Conservatorio all'esedra di Palazzo Te. Non mancheranno gli appuntamenti estivi nella rinnovata piazza Alberti.

MantovaMusica nacque nel 2016 nell'anno di Mantova capitale della Cultura. Un percorso musicale prestigioso, unico nel suo genere e semplicemente dedicato alla grande musica, nato grazie al sostegno dell'amministrazione comunale.

Un progetto che torna dopo le difficoltà, affrontate da tutto il mondo della cultura, dell'anno appena terminato. «La stagione parte solitamente a gennaio - spiega Stefano Giavazzi, presidente di MantovaMusica -, ma abbiamo ben presto compreso come fosse rischioso programmare per questo periodo. Per questo si partirà a marzo. Abbiamo deciso di concentrare buona parte degli eventi tra primavera ed estate, in modo da sfruttare la stagione più mite e i luoghi all'aperto. Il cartellone è quasi pronto, a febbraio sarà ufficializzato».

In attesa di poter tornare ad assistere a concerti dal vivo, gli organizzatori hanno pensato ad una soluzione ponte che possa consentire agli appassionati di godersi alcuni eventi speciali senza dover attendere fino a primavera.

Tra fine gennaio e fine febbraio, sul canale Youtube, già molto utilizzato durante il primo lockdown, e sui social di MantovaMusica saranno trasmessi alcuni concerti.

«Pensiamo a tre o quattro eventi - prosegue Giavazzi - ospitati da teatri della provincia. In paesi come Castiglione, Canneto, Villastrada, dove sono presenti bellissimi teatri all'italiana. Negli scorsi anni - aggiunge Giavazzi - gli eventi sono andati in scena prevalentemente in città. Per questa iniziativa online, abbiamo voluto pensare anche ai luoghi della cultura del territorio, in modo da promuoverli e valorizzarli. Daremo spazio sul palco a giovani musicisti e a gruppi composti da pochi elementi, per ovvie ragioni di sicurezza sanitaria. Con questa serie di eventi online, abbiamo voluto dare seguito all'input del ministero, che caldeggia la realizzazione di appuntamenti di questo tipo. Oltre a questo, abbiamo voluto dare un segnale di presenza alla città e agli appassionati».

La mini rassegna in streaming vedrà la collaborazione dell'Associazione Amici di Palazzo Te e dei Musei Mantovani, con i concerti che saranno introdotti da Italo Scaietta.


 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi