A Mantova riaprono i musei: Te e San Sebastiano da martedì spalancano le porte

Ecco il programma di tutte le riaperture in città e in provincia. Da mercoledì tour anche al Ducale, Archeologico e Diocesano. Palazzo d’Arco dall’8 accoglie il pubblico su prenotazione

MANTOVA. Il ritorno in zona gialla come uno spiraglio di luce e un segnale di speranza. I musei cittadini riaprono i battenti e, seppure con modalità diverse l'uno dall'altro, sono di nuovo pronti ad accogliere i visitatori in sicurezza. Non sarà presumibilmente una ripartenza con grandi numeri, considerato il blocco ancora vigente agli spostamenti tra regioni e le chiusure obbligate nel weekend, ma è comunque un primo passo.



I primi siti ad accogliere nuovamente i visitatori saranno Palazzo Te e Palazzo e Tempio di San Sebastiano. Oggi cancelli aperti dalle 9 alle 18.30, con ultimo ingresso alle 17.30. Orari identici fino a venerdì, poi la chiusura nelle giornate di sabato e domenica, come previsto dal Dpcm per tutti i musei d'Italia. Stessi orari la prossima settimana, con l'eccezione del lunedì, quando l'apertura sarà alle 13.



Fortemente consigliata la prenotazione per meglio gestire i flussi. Sul sito palazzote.it è presente il link a Vivaticket per l'acquisto dei tagliandi. Da marzo il via alle attività legate a Venere in previsione della mostra autunnale. All'indirizzo centropalazzote.it, infine, tutte le informazioni per l'acquisto della Supercard Cultura che permette ai cittadini di Mantova e provincia di accedere liberamente per 12 mesi, ogni volta che si vuole, a Palazzo Te, Palazzo e Tempio di San Sebastiano, Palazzo d’Arco e alle mostre temporanee. Il tutto a soli 12 euro all'anno, 6 per gli studenti.



In programma domani la riapertura di Palazzo Ducale e Museo Archeologico. Gli orari saranno 8.45-19.15 con ultimo ingresso alle 18.30. La novità è che, considerata la chiusura al sabato e la domenica, il palazzo sarà aperto anche al lunedì, tradizionale giorno di chiusura. Una novità che permetterà, a differenza di quanto accadeva in passato, di poter visitare Ducale e Te in giornata anche al lunedì. Fino a venerdì 12 febbraio al Ducale il biglietto d'ingresso sarà gratuito. Non sono previste prenotazioni in questo periodo di gratuità, ma torneranno possibili dal 15 febbraio.

Per la prova della temperatura con il termoscanner e per il ritiro del biglietto, anche se gratuito, sarà sempre necessario passare dalla biglietteria unica in piazza Sordello. In questi giorni è in corso l'allestimento al piano terra del castello di un'esposizione legata alle nuove acquisizioni. Tra queste, l'arazzo tessuto tra il 1539 e il 1540 su committenza di Federico II, duca della città, recentemente acquistato dal Mibact. Sarà visitabile da metà mese.

Sempre domani riaprirà anche il Museo Diocesano. In questo caso gli orari saranno dal mercoledì al venerdì, 9.30- 12 e 15-17.30.

Per quanto riguarda Palazzo d'Arco, l'appuntamento è per lunedì 8 febbraio. L’apertura sarà solo su prenotazione e con partenze a orari prestabiliti. Sono previste, infatti, quattro partenze giornaliere delle visite, rispettivamente alle 10 e alle 11.30 per il mattino e alle 14.30 e alle 16 per il pomeriggio. Le visite guidate saranno solo per piccoli gruppi formati al massimo da 10 persone. La prenotazione deve essere effettuata entro le 12 del giorno che precede la visita.

Per prenotare, 0376322242 o info@museodarcomantova.it. Possibile acquistare il biglietto su www.museodarcomantova.it. L'apertura ordinaria è prevista invece per il 1° marzo.

La macchina organizzativa legata alla riapertura dei musei si è messa in moto anche in provincia. Il complesso monastico di San Benedetto Po sarà di nuovo visitabile a partire da lunedì 8 febbraio. In questa prima fase le visite saranno possibili solo su prenotazione e per gruppi di almeno dieci persone. Le fasce orarie all'interno delle quali sarà possibile prenotare sono 9-12 e 14.30-17.30, dal lunedì al venerdì. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il numero 0376623036 o scrivere a info@turismosanbenedettopo.it. «A spingerci alla decisione di muoverci in questa direzione - sottolinea l'assessore alla cultura, Vanessa Morandi - sono state le tante telefonate arrivate nei nostri uffici con richieste di informazioni legate alla riapertura».

Servirà un po’ di pazienza in più, invece, per tornare ad ammirare le bellezze di Sabbioneta. «In queste condizioni, spostamenti solo in regione e con chiusura nei weekend - spiega il sindaco Marco Pasquali -, al momento non è prevista la riapertura dell'intero sistema monumentale, che racchiude peraltro molti siti differenti. Monitoriamo la situazione per studiare una riapertura che sia sostenibile, oltre che in sicurezza».

In corso i preparativi per la riapertura del complesso monumentale di San Martino della Battaglia e di Rocca e Museo di Solferino. Per informazioni e prenotazioni sono a disposizione il numero 0309910370 e la email prenotazioni@solferinoesanmartino.it.

Ripartenza per il Museo della Seconda Guerra Mondiale del Fiume Po di Felonica. Le visite potranno avvenire solo su prenotazione, dal lunedì al venerdì. I contatti sono 3483157390 e info@museofelonica.it. In questi mesi di chiusura, i volontari hanno lavorato per arricchire l'allestimento.
 

Video del giorno

Bimba di sei anni cade da una giostrina al parco di Porto Mantovano

La guida allo shopping del Gruppo Gedi