Corpo e spirito, parole e danza: ecco “Women and the City”, lo spettacolo per l'8 Marzo

Turola, Migliari e Mirandola pronte per lo show online nella giornata della donna: «Proponiamo un viaggio mentale per esaltare la figura della donna» 

MANTOVA. “Women and the City” è il titolo dello spettacolo che tre attrici che fanno riferimento ad Ars Creazione eSpettacolo hanno programmato per l’8 Marzo, Giornata internazionale della Donna. TeresaTurola, Elena Migliari e Denise Mirandola lavoreranno su testi e danza aerea per raccontare la donna che si mette in relazione alla città. E, quindi, al lavoro, ai servizi, ai tempi di vita, alle relazioni sociali e politiche, alle opportunità di crescita culturale.

I dettagli dello spettacolo sono ancora riservati, ma Turola rivela qualche elemento per capire meglio: «So che la parola oggi può suonare quasi strana, ma abbiamo preso in considerazione testi femministi e personaggi della letteratura e dello spettacolo. Abbiamo voluto costruire l’occasione per creare una sorta di viaggio mentale proprio in un periodo in cui il viaggio fisico ci è impedito. In un momento in cui la realtà teatrale e artistica sta risentendo fortemente della pressione che il periodo attuale impone, ci interessa in modo particolare esaltare la figura della donna, evidenziando l’intraprendenza e l’ingegnosità femminile attraverso un percorso di letture arricchito dall’espressività corporea di performance aeree e terrene».


Tra i focus principali della performance ritroviamo lo status delle donne nella società e il loro ruolo nella famiglia, nonché la libertà di espressione sessuale delle stesse. «L'intenzione - spiega ancora Turola - è quella di restituire l'ideale femminile sia dal punto di vista sociale oltre che culturale. Inoltre da parte nostra c’è il desiderio di mettere in luce problematiche sociali e individuali, con il giusto equilibrio tra l’ideale da trasmettere e la sua ottimale espressione artistico-culturale».

I personaggi su cui le tre attrici stanno lavorando attraversano la storia della cultura e del costume: ci saranno riferimenti a Coco Chanel ma anche alla serie televisiva “Sex and the City”, successo planetario che molto ha inciso a livello di costume e consapevolezza. Parole e danza aerea racconteranno il carattere delle donne, mescolando spirito e corporeo: “Body and Soul”, per citare una stupenda canzone.

Lo spettacolo sarà trasmesso online. Non ci sarà una vendita di biglietti. Le tre attrici hanno scelto di promuovere una raccolta di fondi per sostenere il progetto e per consentire un contributo a chi vive di arte.

«A chi gentilmente sosterrà il progetto facendo una donazione - precisa Turola - verrà inviato il link dello spettacolo dall’8 marzo, giorno scelto appositamente per celebrare la Giornata Internazionale della Donna». Lo spettacolo sarà disponibile fino al 31 marzo: «Ringraziamo anticipatamente di cuore chi ci sosterrà, rendendo così possibile la prosecuzione del progetto anche in futuro».

L’aiuto concreto a progetti come questo è importante: da una parte, nella fattispecie, lo spettacolo è il frutto del lavoro e della sensibilità di tre attrici di notevole livello che hanno voluto mandare un messaggio importante trasmettendo un punto di vista femminile. Più in generale, poi, da un anno a questa parte il mondo dell’arte versa in gravissima difficoltà. A parte gli spettacoli dei mesi estivi del 2020, comunque con un afflusso di pubblico limitato, tutto è stato bloccato. I teatri sono fermi come i cinema e come gli spazi per la musica dal vivo: gli spazi dove stiamo meglio.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi