Gaia canta Tenco e racconta: «Ho scelto la canzone più vera e sincera di sempre»

La viadanese al Festival spiega l’emozione del palcoscenico. Con lei nel duetto serale la cantautrice Lous and the Yakuza

SANREMO. «Mi sento una privilegiata a cantare su un palco con sessanta musicisti mentre in tanti sono chiusi a casa. Tra questi, i lavoratori del mondo della musica live, sui quali è giusto che ci sia attenzione, visto che hanno bisogno di lavorare. Credo che il Festival possa essere importante anche per parlare di questo». Gaia, in gara con il brano Cuore amaro, si è raccontata ieri a poche ore dall'esibizione nella terza serata del Festival di Sanremo.



La 23enne viadanese ha interpretato Mi sono innamorato di te di Luigi Tenco in duetto con la cantautrice belga-congolese Lous and the Yakuza. «Lous ha una luminosità che non si può descrivere. Divertente, spirituale, con il mio stesso approccio alla vita. Ho scelto questo brano perché penso sia una delle canzoni più vere e sincere di sempre. La ascolti e ti squarcia il cuore. Non racconta un amore idilliaco e sognante, ma vero».



Un scelta coraggiosa. «Sono cresciuta ascoltando bossanova, è stata mamma ad introdurmi alla musica. Il mio approccio alla musica italiana è stato sempre più consapevole con il passare degli anni. Ho scoperto Tenco e ho capito che avevo bisogno di un artista come lui nella mia vita. Mi sono innamorato di te sembra un brano intoccabile e probabilmente lo è, ma la musica è anche libertà, celebrazione. Nella nostra interpretazione cercheremo anche di lasciare un po’ del nostro vissuto. Quando ho scelto la canzone ho pensato a quanto sarebbe stato bello cantarla con a fianco un’artista che stimo. Una persona che crede nella libertà e non nelle barriere imposte dalla società. Con Lous ho sentito subito un forte legame». L'emozione di calcare il palco dell'Ariston non l'ha lasciata indifferente. «Un'emozione forte, che non ti molla, che ti fa sudare le mani. Complicato salirci, ma quell'emozione mi accompagnerà per tutta la vita. Ho, però, avuto la sensazione di trovarmi nel posto giusto al momento giusto. Alla fine ero felice, me la sono proprio goduta».

Tanti gli incontri emozionanti nel backstage.

«Ho incontrato Laura Pausini e mi ha detto bellissime parole d'affetto. Per me è un mito, ha portato la musica italiana ovunque. Mi ha colpito Elodie: è stata pazzesca e ha detto cose sul palco che mi sono arrivate dritte al cuore».

Una battuta anche sul look, con il guardaroba realizzato su misura dal brand Salvatore Ferragamo. «Somiglianze con quello di Elettra Lamborghini? Lei mi piace molto, ma non ho preso ispirazione. Guardando le foto, però, devo ammettere che si notano somiglianze nel look». Intanto, Cuore amaro è tra i pezzi più trasmessi in radio.

«Sembra un sogno, sono grata al mondo per tutto quello che mi sta succedendo. Ho 23 anni e voglio sognare in grande. E poter cantare qui è un modo di celebrare i sogni e non lasciarli su un tavolino». In conferenza stampa, al suo fianco, Lous an the Yakuza. «Per me è un onore essere ad un Festival così importante a livello mondiale - le parole dell'artista belga-congolese - Ho sempre ascoltato la musica italiana e conosco Tenco. Credo che l'italiano sia la lingua perfetta per parlare d'amore. Io e Gaia interpreteremo il brano mescolando le nostre culture diverse». —


 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi