In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

L’Accademia Virgiliana al passo con i tempi Anche il rinnovo delle cariche avviene online

Confermate le nomine precedenti, successo per le conferenze in streaming e ora anche la digitalizzazione dei documenti

GILBERTO SCUDERI
2 minuti di lettura

In Accademia Virgiliana sabato scorso sono state rinnovate le cariche accademiche e del consiglio di presidenza per il triennio 2021-2024. Tutto si è svolto in diretta streaming, compresa la votazione segreta (in quel momento sono stati oscurati i nomi e i volti dei votanti). È un esempio di come la tradizione del ’700 stia al passo coi tempi.

Da remoto, non in presenza, sono state confermate le cariche precedenti, del triennio 2018-2021: presidente Roberto Navarrini, vice Livio Volpi Ghirardini, segretario generale Anna Maria Lorenzoni; consiglieri Paola Besutti, Alessandro Lai, Ledo Stefanini, Gilberto Pizzamiglio, Luciano Morselli e Paola Tosetti.

Confermati tutti gli incarichi e le presidenze delle Classi di Lettere e arti, Scienze morali, Scienze matematiche fisiche e naturali. Sono stati anche eletti i due accademici pro tempore muneris, per la durata del loro ufficio: il prefetto Michele Formiglio e la direttrice delle biblioteche comunali Francesca Ferrari.

All’innovazione dell’online si affianca quella della digitalizzazione dei documenti. Come ha osservato Volpi Ghiradini: «Il percorso per arrivare ai dati è di una velocità sorprendente» e la fatica è quasi annullata rispetto a quando ci si doveva spostare a volte di centinaia di chilometri per consultare un documento.

«Certo – ha sottolineato Navarrini – rispetto allo streaming l’incontro fisico e il dibattito sono un’altra cosa. Ciò che manca è la vicinanza, con lo streaming c’è una grande perdita di immediatezza».

Al momento non è possibile sapere se la commemorazione del presidente Piero Gualtierotti, il prossimo 8 giugno a due anni dalla scomparsa, sarà in presenza o online.

Anche andando più in là nel tempo, non c’è certezza sulla modalità del convegno su Dante il 14 settembre, a 700 anno dalla morte.

Concreto è perlomeno stato il rientro nella sala Piermarini dei tre grandi quadri “imperiali”, oli su tela di Hubert Maurer (1770), restaurati dallo studio Billoni & Negri, che raffigurano Maria Teresa d’Austria, suo figlio Giuseppe II e – l’ultimo a rientrare – il marito Francesco I. In programma c’è la ristrutturazione del secondo piano dell’edificio sede dell’Accademia, concesso in uso dal Comune di Mantova, dove sarà estesa l’attività didattica in un’aula moderna con attrezzature multimediali: sono stati chiesti finanziamenti, si attendono risposte.

Venendo alle attività del corrente mese di aprile, proseguono – col contributo di Fondazione Bam – gli incontri in videoconferenza dei venerdì alle 17. Il 9 aprile su “Ivanoe Bonomi (1873-1951), un socialista tra impegno istituzionale e lotta politica” interverranno Nanni Rossi dell’Associazione Postumia, Roberto Chiarini (già ordinario di Storia contemporanea dell’Università statale di Milano) e Stefano Bruno Galli (Università degli studi di Milano, assessore all’Autonomia e cultura della Regione Lombardia).

Venerdì 16 ci sarà il terzo incontro del ciclo sul paleontologo mantovano Annibale Tommasi (1858-1921) nel centenario della morte: sulla “Attualità del pensiero di Charles Darwin” parlerà Paolo Serventi dell’Università di Modena e Reggio Emilia (con introduzione dell’accademico Fulvio Baraldi).

Curioso è il titolo della conferenza di Anna Maria Lorenzoni venerdì 23: “Fonti documentali e equivoci interpretativi: “Luca ‘Fancelli’ o Luca ’de Papero’?”. Chiuderà il mese, il 30 aprile, Paola Besutti con “Siamo ancora le sorelle di Mozart? Donne, musica, professioni”.

Tutti gli incontri dell’Accademia possono essere seguiti scaricando la prima volta la app cliccando al link https://global.gotomeeting.com/install/491430493. Le volte successive basterà cliccare https://global.gotomeeting.com/join/491430493. La connessione sarà disponibile a partire dalle 16.50, dieci minuti prima dell’inizio di ogni evento. —

GILBERTO SCUDERI

I commenti dei lettori