MantovaMusica ritorna live tra classica, world, jazz e contemporanea

Presentata la rassegna: concerti in presenza con una ricco cartellone: il via il 2 maggio a Palazzo Te con l’evento “La bambina sotto il pianoforte”

Un’edizione ripensata per fronteggiare l'emergenza sanitaria ma di certo non per questo meno interessante. MantovaMusica torna con la sesta edizione, che vedrà 37 eventi dal 2 maggio al 19 dicembre. Punto cardine della stagione concertistica realizzata da Società della Musica, Arti.Co e Diabolus in Musica, resta la grande varietà della proposta artistica.

Classica, contemporanea, jazz, world music, popular music. Vivo il dialogo con arti performative, visive, figurative e con la letteratura, con la sperimentazione di formule di fruizione alternativa al concerto come conferenze-concerto e performance multimediali.


Tra le novità del cartellone, l'avvio della rassegna a maggio e non a gennaio come gli scorsi anni causa pandemia, la programmazione in questa stagione di eventi saltati nel 2020 e la concentrazione degli appuntamenti nel periodo tardo primaverile-estivo.

Il primo appuntamento è fissato per domenica 2 maggio alle 18.30 nella Sala dei cavalli di Palazzo Te con La bambina sotto il pianoforte.

Ad accompagnare la scrittrice Micaela Magiera, saranno Liviana Loatelli (pianoforte), Leonardo Bellesini (violino), Giordano Pegoraro (violoncello) e Lorenza Golini (soprano). L'evento fa parte di Educational, una delle sezioni che costituiscono la rassegna.

Sempre di Educational, fanno parte gli altri tre appuntamenti fissati per maggio a Palazzo Te la domenica alle 18.30. Il 9 spazio a Simonide Braconi (viola) e Andrea Dindo (pianoforte), il 16 Injeong Hwang (soprano), Giuseppe Nova (flauto) e Maurizio Fornero (clavicembalo), il 23 Antonio Tinelli (clarinetto), Nicola Fiorino (violoncello) e Giuliano Mazzoccante (pianoforte).

Nel mese di giugno in programma MantovaMusica Giovani, con quattro concerti alla Madonna della Vittoria con protagonisti giovani talenti. Luglio si aprirà e chiuderà con due eventi da non perdere nel Cortile d'onore di Palazzo Te. Venerdì 2 omaggio a Lucio Battisti con Peppe Servillo, Javier Girotto (sax), Fabrizio Bosso (tromba), Furio Di Castri (contrabbasso), Rita Marcotulli (pianoforte) e Mattia Barbieri (batteria).

Il 30 luglio, il Novafonic Quartet ricorderà Astor Piazzolla nel centenario della nascita. Piazza Alberti sarà, invece, il palco dei quattro sabato sera di agosto, con altrettanti eventi e un viaggio tra i diversi generi. «Il numero degli eventi è in linea con gli anni precedenti - spiega il presidente di MantovaMusica, Stefano Giavazzi - Speriamo non si rendano necessari ribaltoni nella programmazione. Molto è concentrato in estate, dove maggiore dovrebbe essere la libertà». «Una stagione omogenea, nonostante siano molti i temi trattati - aggiunge Stefano Maffizzoni - Anche in un periodo complicato, istituzioni e sponsor ci hanno sostenuto».

«La peculiarità della rassegna è cercare modalità innovative per la fruizione dei contenuti musicali», commenta Leonardo Zunica.

«Programmare significa rischiare in questi tempi - la conclusione del sindaco Palazzi - ma è fondamentale. Per i lavoratori del mondo dello spettacolo e per pensare al dopo Covid, tornando ad occupare lo spazio pubblico».

La guida allo shopping del Gruppo Gedi