Contenuto riservato agli abbonati

Cod Danza torna sul palco, giovedì “Le Nozze” in streaming dal Bibiena di Mantova

Alle 21 su Facebook e Youtube 

MANTOVA. Prosegue con “Le Nozze” il progetto di Cod Danza di Chiara Olivieri. È il secondo appuntamento della trilogia Limen_Limenes, composta da tre idee coreografiche legate al concetto di soglia, utilizzando come palcoscenico alcuni del luoghi più rappresentativi della città.

L'appuntamento online in streaming è per giovedì 15 aprile alle 21, sulle pagine Facebook e YouTube della coreografa e della compagnia. Dopo “Genesi 32” registrata alla ex chiesa di Santa Maria della Vittoria, grazie alla disponibilità degli Amci di Palazzo Te e dei Musei Mantovani, è ora la volta del teatro Bibiena, con la coreografia “Le nozze” creata appositamente da Chiara Olivieri e Luca Ghedini, che ne sono anche gli interpreti.


«La coreografia si ispira alle “Nozze di Figaro”, alla geniale e bizzarra confusione della coppia amorosa ritratta da Mozart – spiega Olivieri -. “Le Nozze” parlano della soglia consunta della relazione, valicata nella noia e nella pigrizia, dove due amanti, logorati dalla quotidianità, ricordano con stupore il loro iniziale senso di esistere, semplicemente e leggermente. Mi piace anche ricordare la nona elegia duinese di Rainer Maria Rilke, "Soglia”, cui è ispirata, che recita: oh pensa che è/per due che si amano/logorare un po' la propria soglia di casa già alquanto consunta,/anche loro,/dopo dei tanti di prima,/e prima di quelli di dopo.../leggermente».

Il successivo appuntamento, l'ultimo di questa trilogia, realizzata con il patrocinio del Comune di Mantova, sarà con “Davanti alla porta della legge” tratto da Franz Kafka che sarà realizzato alle Pescherie di Giulio Romano con Samar Khorwash e Carlotta Graffigna.

«E’ un grande stimolo e un onore performare in luoghi così iconici e suggestivi di Mantova, palcoscenici inusuali, ma capaci di aggiungere valore – conclude Chiara Olivieri -. Limen_Limenes, si articola in tre idee coreografiche, trasmesse in momenti successivi, legate al concetto di soglia intesa come limite, confine, barriera, linea di demarcazione che stabilisce un rapporto di inclusione e esclusione tra gli elementi dentro e fuori da essa. La scelta della tematica è volutamente un richiamo all’attenzione verso questo momento di sospensione artistica imposta dalla pandemia». —

 

Video del giorno

Cop26 - 10. Sos clima, obiettivo: vivere green al 100%

La guida allo shopping del Gruppo Gedi