Contenuto riservato agli abbonati

Casa del Mantegna centro di produzione di arte contemporanea: «Alziamo il livello»

Paolo Cavinato: non sia più solo lo spazio per i pittori locali.  «Servono un comitato scientifico e un curatore» 

MANTOVA. Un centro di produzione culturale ed artistica aperto al mondo, indirizzato da un comitato scientifico per evitare che uno spazio straordinario sia utilizzato per mostre di basso profilo. È Paolo Cavinato, artista mantovano di rilievo internazionale, ad alzare il tiro sul futuro della Casa del Mantegna sulle tracce di un dibattito che si è riacceso negli ultimi giorni.

«Mi sembra un gesto di responsabilità intervenire in questa discussione.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

La top model Gisele Bündchen salva una tartaruga marina intrappolata in una rete e la libera in mare

La guida allo shopping del Gruppo Gedi