Contenuto riservato agli abbonati

L’editoria a giugno riabbraccia i suoi lettori con la festa “Borghetto del Libro”

L’iniziativa promossa dalla casa editrice Prehistorica punta sulla qualità. Direttori artistici il mantovano Finardi e lo scrittore e critico Angelo Di Liberto

BORGHETTO (VALEGGIO). Una festa dell’editoria di qualità in programma nei giorni 4, 5 e 6 giugno a Borghetto di Valeggio sul Mincio, a pochi chilometri dalla provincia di Mantova. L’idea porta la firma dell’editore mantovano Gianmaria Finardi, fondatore della casa editrice Prehistorica.

“Borghetto del Libro” mira ad essere una festa del libro all’insegna della qualità e dedicata all’editoria indipendente, dove alcune tra le case editrici più virtuose del panorama italiano, mosse da ragioni valoriali non strettamente commerciali, potranno trovare spazio e modo di entrare in sinergia, esporre il proprio catalogo e far conoscere le novità librarie più interessanti.


Venticinque case editrici, selezionate in modo da presentare un’offerta variegata, che spazia dalla saggistica alla letteratura, per...

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Il ministro alla Corneliani: «I lavoratori qui hanno una passione unica, sembra una famiglia»

La guida allo shopping del Gruppo Gedi