AnimaLucio: Dall’Aglio presenta il nuovo progetto musicale

Mercoledì 30 al Teatro Bibiena debutta l’omaggio a Battisti tra musica e parole Regalo alla città: l’ingresso sarà gratuito. Sul palco Massimo Luca e Bob Callero

MANTOVA. Un viaggio tra parole e musica per raccontare Lucio Battisti con protagonisti i musicisti che hanno accompagnato il suo percorso artistico. AnimaLucio è il nome del nuovo progetto del batterista mantovano Gianni Dall’Aglio. Un tour che lo vedrà sul palco con il chitarrista Massimo Luca e il bassista Bob Callero e che scatterà mercoledì 30 giugno dal teatro Bibiena.

Un regalo alla città, visto che l’evento sarà ad ingresso gratuito. Sarà, però, necessario prenotarsi, visti i soli 130 posti a disposizione per le normative anti Covid. Possibile chiamare da martedì il numero 0376327653, tutti i giorni, dalle 10 alle 18, escluso il lunedì.

«L’idea è nata durante i mesi di lockdown - racconta Dall’Aglio - Volevo riunire quei musicisti che Lucio aveva voluto al suo fianco durante le registrazioni di alcuni dei suoi album più importanti. Da Il mio canto libero a Il nostro caro angelo, da Anima latina a Lucio Battisti, la batteria, il contrabbasso, eccetera. Suoneremo molti brani e racconteremo aneddoti e storie legate a Battisti. Lucio è un artista che rappresenta un pilastro della musica italiana. Lo ricorderemo in un luogo, il Bibiena, che è un vero gioiello. Un grazie al Comune che ci ha sostenuto».

Gianni Dall'Aglio ha registrato più di 500 dischi in carriera, suonando per Patty Pravo, Mia Martini, Loredana Bertè, Ivano Fossati, Fabio Concato, Bruno Lauzi, Enzo Jannacci, Pierangelo Bertoli, Angelo Branduardi.

Storico il sodalizio con Adriano Celentano, che da sempre accompagna nei tour e negli eventi televisivi.

Sul palco con il batterista mantovano, ci sarà, dunque, il chitarrista, arrangiatore e produttore discografico Massimo Luca. Scopritore di artisti quali Biagio Antonacci e Gianluca Grignani, ha vinto come autore il Festival di Sanremo 1998 con Senza te o con te, brano cantato da Annalisa Minetti. In carriera ha collaborato con artisti come Mina, Paolo Conte, De Andrè, Guccini, Vecchioni, Bennato. Al basso nel tour ci sarà Bob Callero. Anche per lui collaborazioni storiche con Bertè, Battiato, Finardi.

«Ho sempre voluto raccontare i grandi artisti a teatro come se fossimo tra amici, in una casa. Il concerto durerà più di un’ora e mezza e mi aspetto che il pubblico canti con noi. Abbiamo scelto il titolo AnimaLucio perché per Socrate l’anima è la nostra parte più creativa e di conseguenza immortale. E immortali sono i testi e le canzoni di Mogol e Battisti, che non verranno mai dimenticati. La forza di Lucio è stata quella di rinnovarsi sempre. Non amava ripetersi. Da musicista credo che Anima Latina sia il lavoro dove mi sono espresso alla batteria nel modo migliore».

Fissate già altre date. Il 15 luglio a San Giovanni Lupatoto, il 28 agosto a Cerese per il tradizionale concerto di fine estate e il 5 settembre a Pordenone. 

Video del giorno

Mantova, il Festivaletteratura 2021 si presenta: la serata in piazza Alberti

La guida allo shopping del Gruppo Gedi