"Sere d'estate a Palazzo d'Arco": la Campogalliani torna in scena

Oggi nel Cortile d'Onore della storica dimora debutta la rassegna teatrale. La compagnia festeggia i 75 anni di attività: alle 21.30 c'è "Al gat in cantina"

MANTOVA. Il cortile d'onore di Palazzo d'Arco è pronto ad ospitare da questa sera la rassegna Sere d'estate a Palazzo d'Arco,un ricco programma di appuntamenti a cura dell'Accademia Teatrale Francesco Campogalliani che proseguirà fino al 29 luglio. Si parte alle 21.30 con Al gat in cantina.

The Campogalliani ha deciso di riproporre uno spettacolo in vernacolo mantovano dopo molto tempo per festeggiare i suoi 75 anni di attività e per ricordare il compianto Egisto Cantarelli che, facendosi portavoce delle numerose richieste del pubblico, sosteneva l'importanza di portare avanti la tradizione del teatro dialettale mantovano, specialmente in un tempo in cui i giovani generazioni non lo conoscono.

Lo spettacolo, scritto in italiano nel 1930 da Nando Vitali con le musiche di Salvatore Allegra, venne trascritto in dialetto mantovano nel 1946 da Luigi Zuccaro, che ne trasferisce l'ambientazione dalla Toscana alla campagna mantovana, a Gonzaga.

L'accademia Campogalliani lo rappresentò per la prima volta nel 1946, anno della sua fondazione, per riproporlo con successo fino a circa vent'anni fa.

The divertente commedia fa ritrovare il valore del vernacolo, la sua vivacità, i suoi modi di dire ormai quasi dimenticati. Intatto il colore della trama, i contenuti, i caratteri dei personaggi che sono stati affidati ad un cast di giovani attori (Davide Cantarelli, Gilberto Valle, Martina Ginelli, Annalaura Melotti, Ines Valli, Carlo Torreggiani, Donata Maria Bosco e il fisarmonicista Alberto Marullo) oltre che ai più esperti Adolfo Vaini, Daniele Pizzoli e Francesca Campogalliani.

Roberta Vesentini, che nell'ultima versione interpretava la parte di Carlota, passa alla regia, affiancata da Maria Grazia Bettini. Le scenografie sono state ideate da Daniele Pizzoli, i costumi da Francesca Campogalliani e Diego Fusari, le luci da Massimiliano Fiordaliso e il sonoro è curato da Nicola Martinelli.

Direzione di scena affidata a Daniela Modena e Nadia Golinelli.

«Per noi si tratta di una doppia festa - spiega la presidente Francesca Campogalliani - Festeggiamo il ritorno del pubblico a teatro e un compleanno speciale, i 75 anni della compagnia. Siamo emozionati, anche perché questo è uno spettacolo che va alle origini dell'Accademia. I 75 anni di attività ininterrotta, con una qualità che tutti ci riconoscono, è un traguardo che in pochi possono vantare e che ci rende orgogliosi».

Il progetto gode del sostegno di Fondazione D'Arco e Fondazione Comunità Mantovana onlus, del patrocinio del Comune e dell'appoggio di numerosi sponsor.

Obbligatoria la prenotazione, online su www.teatro-campogalliani.it, via mail a biglietteria@teatro-campogalliani.it o alla biglietteria del teatrino d'Arco, dal giovedì al sabato, dalle 17 alle 18.30. 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Green&Blue, la lezione eccezionale di Giorgio Parisi per tutti

La guida allo shopping del Gruppo Gedi