Professionisti e dilettanti insieme a Mantova, ecco il Circo fresco di giornata

Appuntamento a palazzo Te con l’evento conclusivo del progetto Arteria.In scena MagdaClan, collettivo di artisti under 35 conosciuto in tutta Europa

MANTOVA. Una performance finale che vedrà protagonista una delle più amate compagnie italiane di circo contemporaneo. Al suo fianco sul palco cittadini, mantovani e non solo, che hanno partecipato in maniera attiva alla pianificazione dello spettacolo in una serie di workshop realizzati a Lunetta tra maggio e giugno. Giovedfì sera, 1 luglio, alle  21 appuntamento a Palazzo Te con LunetTe-Circo fresco di giornata.

Si tratta dell’evento conclusivo di Arteria, progetto di Fondazione Umberto Artioli Mantova Capitale Europea dello Spettacolo, Fondazione Palazzo Te e Comune di Mantova, vincitore del bando Fondazione Cariplo “Cultura di Qualità 2019”. Un progetto nato per sviluppare azioni di rete tra Open Festival teatro urbano e noveau cirque e Without Frontiers-Lunetta a colori. In scena MagdaClan, un collettivo di artisti under 35 che porta avanti con passione e fatica un sogno: diffondere meraviglia attraverso il nuovo circo, in un linguaggio che abita il contemporaneo.

La loro ricerca artistica è riconosciuta, oltre che dal Ministero dei beni culturali, dalla critica in tutta Europa. Tra fine maggio e giugno, gli artisti di MagdaClan hanno tenuto workshop a Lunetta in tre weekend, il sabato pomeriggio e la domenica mattina, con dieci persone di età compresa tra 11 e 45 anni. In prevalenza mantovani, ma con iscritti anche da Carpi e Bologna. E con la loro partecipazione, metteranno in scena questa sera lo spettacolo in una performance inedita e unica. Per l’evento ci sono ancora alcuni posti disponibili. Si può prenotare direttamente su Eventbrite oppure su mantovateatro.it, alla sezione “Attività”, scegliendo “Arteria".

«Con LunetTe-Circo fresco di giornata e MagdaClan Circo si realizza l’evento finale di Arteria – spiega la direttrice artistica Enrica Provasi – Una chiusura che per noi vuole essere il principio di un’idea. Quella di un circo che ricomincia dalla comunità, dove le persone ritornano al corpo, al gioco, al sudore, in un luogo “abitato” da anime molteplici ed eterogenee. Il nostro ringraziamento per questa edizione straordinaria di Open Festival va a tutti gli artisti che l’hanno resa così coinvolgente, ai 35 giovani dell’Alternanza scuola lavoro che ci hanno accompagnati in queste settimane e ai sostenitori che hanno creduto in questo progetto. In primis il Comune di Mantova che dal 2018 ci sostiene, la Fondazione Palazzo Te, il Fus e la Fondazione Cariplo che ha voluto premiare il nostro progetto. E un grazie al pubblico che ci ha seguito nei giorni del festival resistendo anche sotto la pioggia battente del 6 giugno. Per noi Open è anche questo: il coraggio di desiderare insieme la bellezza, il coraggio di non rinunciare. Appuntamento per la quarta edizione del festival: 3-4-5 giugno 2022. Noi ci saremo». 

Video del giorno

Omnia Mantova - Perché un ippopotamo, un coccodrillo e una balena in Palazzo Ducale?

La guida allo shopping del Gruppo Gedi