“Omaggio a Dante”: i vincitori del concorso di composizione

MDG2021

Ex aequo per Samuele Donegani e Roberto Martinelli. Sul podio Igor Bianchini. Il progetto con Società Alighieri, Accademia Virgiliana e Amici del Conservatorio

MANTOVA. Samuele Donegani e Roberto Martinelli vincitori ex aequo, con il podio completato da Igor Bianchini. Questo il verdetto della prima edizione del concorso di composizione Omaggio a Dante, voluto da Conservatorio Campiani, Società Dante Alighieri, Accademia Nazionale Virgiliana e Amici del Conservatorio di Musica Lucio Campiani. Sedici le proposte musicali arrivate, tutte giudicate di ottimo livello.

Ieri sono stati annunciati i vincitori, con la cerimonia di premiazione che si terrà il 14 settembre nella Sala ovale dell’Accademia Nazionale Virgiliana. Le opere vincitrici saranno eseguite nella rassegna Mantova Musica Contemporanea 2021 dal New Made Ensemble, gruppo musicale in residenza del Centro Musica Contemporanea di Milano che per l’occasione si avvarrà della partecipazione di studenti del Campiani.

La giuria, composta da Gianluca Pugnaloni, Paola Besutti, Giordano Fermi, Federico Mantovani, Paolo Perezzani, Rossella Spinosa, Gabrio Taglietti e Gerardo Tristano, ha dunque assegnato un doppio primo posto.

Premiati Samuele Donegani, di Gardone Val Trompia, con la sua Francesca da Rimini, madrigale rappresentativo, su testo di Dante, in unica scena per soprano, flauto, clarinetto basso e violoncello. Primo gradino del podio anche per il veronese Roberto Martinelli con Sei miniature sulla Divina Commedia per soprano, clarinetto basso e violoncello.

Terzo premio per Igor Bianchini di Suzzara con Quivi sospiri per soprano e violoncello.

«Un concorso dedicato a studenti ed ex allievi del Campiani - spiega il direttore del conservatorio, Gianluca Pugnaloni - Il livello generale delle composizioni è stato molto buono, con nostra grande soddisfazione».

«Dante quest’anno viene onorato in tutto il mondo - aggiunge Rodolfo Signorini della Società Dante Alighieri - ma Mantova lo onora da secoli. Dante menziona Mantova più di ogni altra città nella Divina Commedia. L’incontro tra Virgilio e Sordello, che sarà ricordato con una lapide commemorativa che sarà posizionata a settembre in piazza Sordello, è l'abbraccio tra due concittadini, un simbolo di pace, solidarietà e amicizia. Un incontro che permette a Mantova di fregiarsi del titolo di città dell'amor civico».

Il Maestro Giordano Fermi ha lodato i lavori dei premiati. «Il concorso è stato pensato per aiutare a far conoscere le potenzialità artistiche e umane presenti all’interno del conservatorio - le sue parole - L’ambito della composizione è spesso il più critico, non è facile per gli studenti avere la possibilità di sentire immediatamente ciò che compongono».

«Ho scritto una piccola scena nella quale Francesca racconta al pubblico la propria storia, con un dialogo tra strumentisti e cantanti», ha spiegato Donegani.

«Ho cercato i suoni all'interno della Commedia - racconta invece Martinelli - e ho pensato ad un percorso legato al linguaggio». Infine, Bianchini. «Il mio brano è un dialogo tra voce e strumento legato al terzo canto, quello degli ignavi».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La Gazzetta in campo - La pallavolo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi