Contenuto riservato agli abbonati

Non solo il tributo alla Valli, il FilmFest di Mantova punta sui corti

L'inaugurazione mercoledì con la proiezione di Piccolo mondo antico di Mario Soldati. Poi Sei piccoli film, una mini-maratona andata in scena al cinema Mignon

MANTOVA. Il fascino e il talento di Alida Valli per inaugurare l'edizione numero quattordici del MantovaFilmFest: con la proiezione di Piccolo mondo antico di Mario Soldati ieri alle 16 si è aperta la festa del cinema organizzata dall'associazione Mantova Film Studio in collaborazione con il Comune di Mantova e il Conservatorio Campiani.

È il 1940 quando un'Alida Valli diciannovenne varca il set del film tratto dal romanzo di Fogazzaro: il regista Soldati la sceglie dopo un provino folgorante.

Video del giorno

Torino, gli agguati in metrò della baby gang del centro: presi in quattro fra i 15 e i 17 anni

La guida allo shopping del Gruppo Gedi