Contenuto riservato agli abbonati

Strutture piene, niente code e affollamenti: Mantova promuove la nuova formula di Festivaletteratura

Per i musei è stata un’estate di grande crescita e l’evento letterario non ha influito sui numeri di Ducale e Te

MANTOVA. È scientifico: se si è costretti a scendere dalla bicicletta per quattro o cinque volte nelle poche centinaia di metri che dividono via Roma da piazza Sordello, vuol dire che il centro è affollato per davvero. Brulicante di passanti, di turisti, di coppie con il cane e di gruppetti. È successo nei giorni passati, i giorni del festival, da venerdì in poi soprattutto.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Segni, “On the Road” racconta la crescita tra musica e acrobazie

La guida allo shopping del Gruppo Gedi