Premio Mozzarelli: sabato appuntamento tra storia sociale e analisi politica

MDG 2014

La premiazione coincide con il 17° anniversario della morte a Milano il 18 settembre 2004 (era nato a Mantova nel 1947)

MANTOVA.  Il Premio “Cesare Mozzarelli” vivrà il suo momento clou sabato, a partire dalle 10.30 al Centro culturale Baratta in corso Garibaldi 88, dove si svolgerà la premiazione. Anche quest’anno i lavori presentati al Premio - giunto alla sua quindicesima edizione - sono stati numerosi: accanto a studi di storia sociale e politica, si sono candidate ricerche di storia dell’arte, dell’architettura e della musica, studi di letteratura e di psicologia. Da alcuni anni la cerimonia di premiazione è accompagnata da lezioni magistrali di storia, che vengono pubblicate e distribuite gratuitamente al pubblico durante la cerimonia di premiazione.

Sabato verrà donata la lezione tenuta l’anno scorso da Flavio Rurale sulla seconda parte della “Istoria del Collegio di Mantova della Compagnia di Giesù” scritta dal padre Giuseppe Gorzoni (edita nel 2019 dalla Biblioteca Teresiana, che conserva il manoscritto del ’700). La lezione magistrale di storia di quest’anno sarà tenuta sabato da Paola Besutti (docente all’Università degli studi di Teramo e accademica virgiliana, presidente della Classe di lettere e arti) che parlerà sul tema “Musica, pubblico bene e Stato alla fine dell’ancien régime: l’età delle riforme nella Lombardia austriaca (1736-1796)”. Prima della lezione sono previsti gli interventi del sindaco Mattia Palazzi, di Francesca Zaltieri (consigliera delegata della Provincia) e di Pietro Moretti (presidente della Fondazione Bpa Poggio Rusco). L’iniziativa è coordinata da Daniela Ferrari, presidente dell’Istituto mantovano di storia contemporanea e del Premio Mozzarelli.

La cerimonia di premiazione è aperta al pubblico su prenotazione con email ist.storia@comune.mantova.gov.it o telefono 0376 352713. Il Premio, istituito dagli eredi Bottoli e Mozzarelli, si avvale tra gli altri dei contributi di Bottoli Costruzioni srl e del Dipartimento di Scienze storiche e filologiche dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, e del notaio Cesare Parola. Dal 2016 la Fondazione Bpa di Poggio Rusco è una dei principali sostenitori e figura come titolare del Premio accanto all’Istituto mantovano di storia contemporanea. La premiazione coincide con il diciassettesimo anniversario della scomparsa di Cesare Mozzarelli, avvenuta a Milano il 18 settembre 2004 (era nato a Mantova nel 1947).

Con i suoi studi Mozzarelli - professore ordinario di Storia moderna, con incarico presso la Facoltà di Scienze della formazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, dal 1991 direttore dell’Istituto di Storia moderna e contemporanea del medesimo ateneo - ha aperto prospettive di ricerca innovative soprattutto per quanto riguarda l’Europa tra ’700 e ’800. Fondò con Mario Vaini e diresse la serie “Fonti per la storia di Mantova e suo territorio” e dal 1999 fu presidente dell’Istituto mantovano di storia contemporanea. Tra i libri e i saggi di Mozzarelli, ne ricordiamo alcuni su Mantova: nel 1974 “Il senato di Mantova”, nel 1987 “Mantova e i Gonzaga dal 1382 al 1707” e “Il Ducato di Mantova (1382-1707)”, nel 1990 “Mantova 1430”, nel 1997 “La corte di Mantova nell’età di Andrea Mantegna. 1450-1550”. Del 2010, postumo, è “Scritti su Mantova” edito da Gianluigi Arcari. 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Rincari delle bollette: quali le cause? Si potranno evitare? Quali conseguenze? Risponde l'esperto

La guida allo shopping del Gruppo Gedi