Contenuto riservato agli abbonati

Amalia e Giovanna donne di tendenza: alla scoperta del loro gabinetto da toilette

Copyright 2021 Stefano Saccani, all rights reserved

I lavori di restauro sono durati due anni per un costo di 12mila euro

MANTOVA. Amalia e Giovanna e la moda delle carte dipinte, storie di donne di tendenza, suocera e nuora dell’Ottocento. Sabato e domenica palazzo d’Arco aprirà per la prima volta il gabinetto da toilette della contessa Giovanna de Capitani, un ambiente intimo collegato con una scala segreta, tappezzato di carte di Francia appena restaurate. Sono durati due anni, per un costo di 12mila euro, i lavori condotti da Nathalie Ravanel e Lucia Tarantola per le carte e dal Stefano Sacchetti per l’intervento conservativo alle pareti murarie, all’antico Gabinetto che torna ad essere quello di un tempo: uno scrigno femminile dove la guardarobiera di casa accoglieva la contessa per il “cambio d’abito”.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Egitto, per la prima volta l'arte contemporanea in mostra ai piedi delle Piramidi di Giza

La guida allo shopping del Gruppo Gedi