Suzzara, a Vitaliano il “Nebbia Gialla”. E Piazza vince tra gli inediti

A “La mezzaluna di sabbia” 21 voti; seconda Cametti con “Muori per me”. In gara anche il giovanissimo Lituri, 13 anni, autore di “Il segreto di via 18”

SUZZARA. Il vincitore della XII del premio NebbiaGialla a cui è stato assegnato l’opera d’arte realizzata da Maria Priya Grimaldi vincitrice della rassegna Arte in Arti e Mestieri edizione 2020 dal titolo “Tempo sospeso”, è Fausto Vitaliano con “La mezzaluna di sabbia” (Bompiani) che ha conquistato 21 voti; seconda Elisabetta Cametti “Muori per me” (Piemme) con 11 voti; terza classificata Rosa Teruzzi con “La memoria del lago” (Sonzogno) con 8 voti; quarto con 7 voti Paolo Nori “Che dispiacere” (Salani) con 7 voti.

La vincitrice della VI edizione Premio NebbiaGialla per romanzi inediti in collaborazione con la casa editrice Laurana – Calibro 9, è Daniela Piazza con “La morte non ha rispetto”, mentre il vincitore della X edizione Premio NebbiaGialla racconti inediti in collaborazione con il Giallo Mondadori, è Patrizia Lello con “Peccati capitali” che era online e ha esultato in video «come se avesse vinto l'Inter», ha detto l'autrice. Dopo i saluti istituzionali, i finalisti hanno avuto modo di presentarsi e di essere intervistati, con un po’ di goliardia, dal direttore e ideatore del festival noir e di letteratura poliziesca Paolo Roversi, che ha donato ad ognuno le classiche e ambite “agendine gialle”. Tuttavia, al più giovane autore, di soli 13 anni, Luca Lituri autore di “Il segreto di via 18”, è stata donata anche la tazza di NebbiaGialla. Luca, milanese, ha detto di aver scritto il racconto ispirandosi ad un fatto vero che gli è successo all'Isola del Giglio quando, durante una passeggiata con la madre, sentiva di essere pedinato. Poi il racconto è stato frutto della sua fantasia.

Tra gli autori di romanzi inediti c’era anche Igor Cipollina, giornalista della Gazzetta di Mantova, che si è cimentato con il giallo “La Bottega delle Illusioni” che racconta la storia di due barbieri che litigano per questioni economiche.

Alla fine c’è stata l’attesa votazione per decidere il vincitore. I 50 giurati hanno incoronato Vitaliano, che è uno degli sceneggiatori di Disney Italia. Scrive da molti anni storie per Topolino e altre testate del gruppo. Collabora con Feltrinelli e Rizzoli: ha curato, tra gli altri, volumi di Beppe Grillo e di Michele Serra. Con quest’ultimo ha scritto il monologo “Tutti i santi giorni”, prodotto dal Teatro dei Filodrammatici di Milano. Ha pubblicato due saggi per Giunti-Motta Junior. “La mezzaluna di sabbia. Le ultime indagini di Gori Misticò” racconta l’indagine del maresciallo che ha una predilezione per Topolino. Dopo anni in servizio al Nord è rientrato a San Telesforo Jonico, il paesino calabrese dove è cresciuto, ma ora è in aspettativa. Nessuno sa il perché, tranne il suo amico Nicola Strangio, oncologo in un ospedale milanese.

I pochi abitanti del paese lo vedono spesso avviarsi verso la spiaggia del Pàparo, una mezzaluna di sabbia senza un bar o un filo d’ombra, ma dove ancora nidificano le anatre e il mare scintilla. Gori non ha più voglia di lottare contro il male, che trova sempre il modo per avere la meglio. Eppure, quando il giovane brigadiere Costantino invoca il suo aiuto per un caso di omicidio, qualcosa lo spinge a iniziare l'indagine.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Maltempo in Grecia, un pullman viene "inghiottito" da una voragine

La guida allo shopping del Gruppo Gedi