La pioggia non ferma le Giornate europee a Mantova: quasi 2.500 visitatori durante il weekend

Gli organizzatori di Interno Verde: «Un boom di presenze». Ma il temporale ha fatto saltare alcuni eventi all’aperto

MANTOVA. Il ricco weekend di eventi a Mantova ha retto anche domenica nonostante la pioggia. Meno problemi per le Giornate Europee del Patrimonio che proponevano visite e eventi al chiuso ma anche “Interno Verde” con l'apertura di 40 giardini in centro storico e appena fuori porta ha avuto un buon numero di presenze di visitatori con l'ombrello. Le bancarelle degli “Orti Mantovani”, ai Giardini Valentini, hanno resistito per tutta la mattina di ieri ma, all'ora di pranzo, con il peggiorare delle condizioni meteo hanno iniziato a smantellare.

«E' stata molto seguita la conferenza dedicata ai giardini inglesi allo Spazio Te – ha commentato Patrizia Soldi della cooperativa Librai Mantovani che ha organizzato l'evento -. Purtroppo sono saltati i laboratori dedicati alla realizzazione del terrario e alla degustazione dei te, in programma ai Valentini ma li riproporremo in uno dei prossimi weekend in altro luogo visto l'interesse dimostrato col numero delle prenotazioni che avevamo ricevuto».

Mantovani e turisti sono rimasti incantati dai giardini segreti e fino all'ultimo orario possibile si sono riversati al loro interno adeguatamente attrezzati a causa del maltempo. «Abbiamo avuto un ottimo riscontro internazionale e un boom di presenze nonostante la pioggia – ha detto al termine della manifestazione Licia Vignotto dell'associazione Il Turco che ha organizzato Interno Verde a Mantova, quest'anno giunto alla sua terza edizione -. Certamente avremmo preferito due giornate di sole ma si è confermato comunque il successo degli scorsi anni coinvolgendo migliaia di persone. Un ringraziamento speciale va ai nostri volontari, ai ragazzi del liceo-ginnasio Virgilio che sono stati davvero splendidi nonostante le condizioni e ai proprietari dei giardini che hanno voluto condividere i loro spazi intimi e privati per l'occasione».

Molto suggestiva e comunque seguita dal pubblico l’installazione sonora “Alberi Poeti”, di Nino Iorfino, allestita all’antica ortaglia della città, ora boschetto di bambù, in piazza Polveriera, tra le gallerie vegetali, dove i rami hanno sussurrato le più belle poesie dedicate alla natura e all’amore dal poeta indiano Tagore. Giovedì 7 ottobre, in diretta sui canali social di Interno Verde, sarà presentato il progetto sull'erbario urbano contemporaneo realizzato con gli studenti. Successo infine anche per le Giornate europee del patrimonio che ieri hanno visto poco meno di mille visitatori varcare la soglia di Palazzo Ducale, quasi 2.500 nel week end con oltre 300 presenze per l'apertura straordinaria serale di sabato al costo di 1 solo euro. Oltre ai percorsi speciali inseriti per l'occasione è stato molto seguito ieri pomeriggio il laboratorio dedicato ai bambini e alle famiglie alla scoperta dell'animale simbolo del palazzo e dei Gonzaga, l'aquila. Bene anche l'andamento degli eventi organizzati dalla Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio che hanno aperto la chiesa di San Maurizio e la torre degli Zuccaro, e gli appuntamenti organizzati in provincia.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Egitto, per la prima volta l'arte contemporanea in mostra ai piedi delle Piramidi di Giza

La guida allo shopping del Gruppo Gedi