Ecco “I semi dell’incanto”: Iori presenta il suo libro alla Casa del Mantegna di Mantova

Dedicato agli amici scomparsi Amati, Cappi e Gennari, il testo raccogli tredici racconti scritti tra il 1972 e il 2020

MANTOVA. Stefano Iori ha dedicato a tre amici scomparsi – Adriano Amati, Alberto Cappi e Alessandro Gennari – il libro “I semi dell’incanto”, edito da Gilgamesh, che sarà presentato il 23 ottobre alle 18 alla Casa del Mantegna.

Il libro raccoglie tredici racconti scritti tra il 1972 e il 2020. Cosa unisce questi racconti scritti nell’arco di quasi cinquant’anni? «Sogno, mistero e straniamento sono i cardini attorno ai quali si condensa la mia scrittura. I personaggi vivono storie in bilico fra realtà e illusione» risponde Iori.

Il racconto che lo ha coinvolto maggiormente è “Ragazzi di vita”, dedicato alla figura di Pier Paolo Pasolini. A dialogare con Iori alla Casa del Mantegna sarà Rosa Pierno, poeta e critica letteraria. Prenotazione obbligatoria: contatti@mantovapoesia.it, WhatsApp 3792585317. Richiesto green pass.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Patrick Zaky, nel tribunale di Mansoura subito dopo l'annuncio del suo rilascio

La guida allo shopping del Gruppo Gedi