Contenuto riservato agli abbonati

Le vie dei tesori: Sant’Andrea e l’idrovora di Valletta due nuovi punti di osservazione

La città svela i suoi segreti grazie agli Amici di palazzo Te e dei Musei Mantovani. Curiosità anche per la Specola e la chiesa sconsacrata di San Cristoforo

MANTOVA. Un’edizione straordinaria, la quarta, delle “Vie dei Tesori”, festival diffuso, a cura degli Amici di palazzo Te e dei Musei Mantovani, che in questo e nel prossimo week end mostra otto luoghi della città come non si sono mai visti prima. Caso emblematico, il pronao di Sant’Andrea (uno dei monumenti più visitati di Mantova) aperto per la prima volta.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Patrick Zaky, nel tribunale di Mansoura subito dopo l'annuncio del suo rilascio

La guida allo shopping del Gruppo Gedi