“Festival del Colli Morenici”, Musica da camera in otto date

Presentato il programma: il via il 27 a Goito con 15 professori d’orchestra. In Sala Verde tra gli strumenti anche una bici e una macchina da scrivere

GOITO. Da Mozart a Jerry Lewis. Il Festival dei Colli Morenici Winter edition 2021, dedicato alla musica da camera, si aprirà a Goito nella sala Verde sabato 27 novembre alle 20.45 con 15 professori d’orchestra che daranno vita a “Uno strano concerto!”, l’unico a pagamento degli otto previsti fino al 19 febbraio, giorno in cui si concluderà la rassegna. Un concerto molto particolare, quello goitese di sabato prossimo, perché tra gli strumenti ci sono una bicicletta, un’arpa laser e una macchina da scrivere che rimanda al film “Dove vai sono guai”, del 1963, in cui il picchiatello Lewis suona battendo i tasti di una macchina da scrivere, che in un geniale disordine cerca di vendere insieme a un aspirapolvere.

Il programma dell’edizione invernale del Festival è stato presentato ieri a Mantova nel palazzo della Cervetta dove sono intervenuti il direttore artistico dell’Orchestra dei Colli Morenici Nicola Ferraresi, il presidente Franco Marchesini e Annika Pinelli primo flauto dell’Orchestra.

La manifestazione toccherà 8 comuni dell’Alto mantovano con esibizioni in chiese, teatri e palazzi storici. Alla fine di ogni concerto ci sarà una degustazione di vini offerta dal Consorzio Vini Mantovani. A pagamento sarà dunque solo la serata a Goito, che fa parte della stagione Musica e teatro in sala Verde: biglietto 8 euro, ridotto a 5 per under 14 anni. Tutto il resto è gratis, col consiglio di prenotarsi whatsapp 338 428 0950 o email orchestradeicollimorenici@gmail.com.

Il secondo appuntamento sarà a Solferino nella chiesa di San Nicola l’8 dicembre alle 18 dove Marta Mari soprano e Fabio Saleri organo allieteranno il pubblico alla scoperta delle più belle Ave Maria scritte da compositori di ogni epoca. A Ponti sul Mincio, nella chiesa di Sant’Antonio abate, il 23 dicembre alle 20.45 ci sarà un concerto di musiche natalizie. Il 2022 si aprirà per l’Epifania: il 6 gennaio alle 16.30 nella chiesa di San Michele a Monzambano il quartetto d’archi “Maffei” accompagnerà il pubblico all’ascolto di alcuni splendidi brani del periodo Romantico. Il 30 gennaio alle 20.45 al Teatro comunale di Guidizzolo il Quintetto di fiati dei Colli Morenici proporrà musiche sia classiche che da film. Il 2 febbraio alla Sala civica di Cavriana alle 20.45 musiche dell’800 e ’900 eseguite dal Trio Open.

Lo stesso Trio il 13 febbraio alle 20.45 nelle Scuderie di Palazzo Gonzaga a Volta Mantovana presenterà, insieme a un attore, un progetto di musiche e poesie d’amore per festeggiare San Valentino. Infine il 19 febbraio alle 20.45 nel Teatro comunale di Medole si terrà il concerto di chiusura del Festival: C’era una volta…, alcune delle più belle musiche da film di Ennio Morricone.

Rispetto all’edizione estiva del Festival, che da luglio a settembre ha coinvolto sei comuni, a questa edizione invernale si sono aggiunti Guidizzolo e Medole. La rassegna invernale che inizia sabato 27 consolida la rete tra artisti ed enti pubblici del territorio, insieme all’Associazione Colline Moreniche del Garda, a Touring Club bandiere Arancioni, al sostegno di Fondazione Comunità Mantovana e al patrocinio della Provincia di Mantova.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La Notre-Dame virtuale batte sul tempo la cattedrale reale. Ma attenzione alle vertigini

La guida allo shopping del Gruppo Gedi