Mantova Jazz, la sezione Young ritorna con nuovi concerti

Il 25 novembre il duo jazz elettronico “Catopter” si esibirà all’ex Bocciofila. Nella stessa sede il 9 dicembre il progetto “ Twist Station” di Filippo Sala

MANTOVA. Young, la sezione di Mantova Jazz dedicata ai nuovi talenti, si arricchisce di due nuove date e un’inedita location. Dopo il concerto di apertura all’Arci Tom col sassofonista Giovanni Benvenuti, e i due appuntamenti già fissati del 3 dicembre con Rosa Brunello e Camilla Battaglia e del 17 dicembre con il progetto Eke, vanno ad aggiungersi al cartellone i Catopter, duo jazz elettronico formato da Mattia Loris Sibon e Giulio Stermieri, il 25 novembre, e Twist Station, il progetto solista del batterista e percussionista Filippo Sala, il 9 dicembre. «Entrambi questi ultimi due concerti - anticipano gli organizzatori - si terranno alle 21.30 presso la palazzina dell’ex mercato del bestiame in Piazzale Te 25 - ex Bocciofila - a Mantova e sono ad ingresso gratuito con tessera Arci».

Ma veniamo dunque al programma. Il prossimo appuntamento della rassegna Mantova Jazz Young sarà dunque giovedì 25 novembre alle 21.30 all’ex Bocciofila di piazzale Te con i Catopter. Sul palco Mattia Loris Siboni (elettronica)e Giulio Stermieri (rhodes).

«Dal greco katoptron, “specchio” - spiega una nota che accompagna il concerto - il duo accosta Rhodes ed elettronica e prende ispirazione dai sistemi ottici basati sulla luce riflessa. Questo gioco intorno al doppio e all’illusione prospettica si concretizza in una ricerca musicale sui ruoli nell'improvvisazione elettroacustica e sulla relazione tra spazio sonoro e forma. Catopter nasce nel 2021 dall'incontro di Mattia Loris Siboni e Giulio Stermieri nell’ambito delle sonorizzazioni e delinea un percorso in cui convergono esperienze musicali distanti ma complementari, dove organicamente convivono texture e frammento melodico, astrazione e groove».

Venerdì 3 dicembre, sempre alle 21.30, l’appuntamento sarà invece all’Arci Tom di Piazza Tom Benetollo 1 con Rosa Brunello e Camilla Battaglia - “A Song for a Thousand Years”. Sul palco Camilla Battaglia (voce, live electronics) e Rosa Brunello (contrabbasso, basso elettrico, live electronics): «i suoni ancestrali delle origini e le corde intrecciate di tradizioni ed esplorazioni in un repertorio di canzoni ripescate nella memoria di due persone che collaborano nella musica come nella vita».

Giovedì 9 dicembre, alle 21.30, si torna all’ex Bocciofila e protagonista sarà Twist Station: sul palco Filippo Sala, batterista e percussionista, fondatore e direttore artistico di Pulsar Ensemble e membro del gruppo collettivo Clock’s Pointer Dance, ha iniziato a dedicarsi di recente anche alla dimensione del solo.

Venerdì 17 dicembre alle 21.30, all’Arci Tom, spazio al progetto Eke (Electric Keys Experiment) con Olmo Chittò (vibrafono), Riccardo Barba ( fender rhodes) e Paolo Zanaglio ( batteria). «Gli Eke sono riusciti a creare un universo sonoro inusuale ma coerente con i principi musicali che accompagnano la loro ricerca».

Ingresso gratuito con tessera Arci, mascherina e Green Pass. Mantova Jazz Young è organizzato da Arci Mantova in collaborazione con Arci Tom, Arci O2 e con il sostegno del Comune di Mantova. Per info: 348 0072215, info@mantovajazz.it, facebook.com/MantovaJazz.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Ponte di San Benedetto Po, l'attesa del varo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi