Mantova, il guardaroba dei conti d’Arco: un video per la raccolta fondi

Il soprano Eleonora Buratto è testimonial d’eccezione della campagna. “La moda racconta” è il progetto per riportare alla luce un pezzo di storia

MANTOVA. È online sui canali social e anche sul sito della Gazzetta di Mantova il video che vede protagonista il celebre soprano mantovano Eleonora Buratto, testimonial d’eccezione per la raccolta fondi dedicata al progetto “La moda racconta” finalizzato al restauro del guardaroba dei conti d’Arco.

Un sostegno prezioso per il progetto che unisce arte, moda e bellezza e porta alla luce da una particolare angolazione un tassello della storia del nobile casato molto legato alla città. Il recupero di questi materiali prevede di raccogliere 30mila euro che saranno raddoppiati da Fondazione Cariplo, se tracciabili sulla piattaforma For Funding messa a disposizione dalla Fondazione Comunità Mantovana Onlus.

"La moda racconta", Eleonora Buratto per il crowdfunding di Palazzo d'Arco di Mantova

Per raggiungere con successo l’obiettivo dei 60mila euro necessari, oltre alle donazioni, possibili da parte di privati cittadini, enti, associazioni, per cui sono previsti anche piccole “ricompense”, sarà organizzata anche una serie di eventi. La prima è “VestiArte”, vendita di abiti e accessori vintage selezionati che si terrà sabato 4 e domenica 5 dicembre dalle 15 alle 18. Si tratta di abiti, borse o bigiotteria di pregio, tutto selezionato e autentico, da uomo e da donna, donati alla Fondazione di palazzo d'Arco da chi ha voluto, e potrà continuare a farlo, partecipare più attivamente alla raccolta, non solo come possibile acquirente.

«Siamo grati a Buratto che con generosità, nonostante i suoi innumerevoli appuntamenti sui palcoscenici internazionali, si è messa a disposizione per questa campagna di crowdfunding - ha detto Italo Scaietta, conservatore della Fondazione d'Arco - Ha girato il video nelle sale del palazzo con il regista Claudio Pelizzer. Lo abbiamo presentato in anteprima alla rassegna “L’arte all'Ariston” prima della proiezione. Siamo poi molto soddisfatti dei capi che sono stati donati dai mantovani».

Al momento sono stati registrati oltre cinquanta pezzi di pregio, di alta moda, tra abbigliamento e accessori, da Valentino a Dolce Gabbana, Emilio Pucci e Gianni Versace tra gli altri marchi per quanto riguarda i capi femminili, Moschino, Lanvine, Romeo Gigli e Comme des Garcons per la moda uomo.

«Ad ogni capo abbiamo dato un prezzo d'acquisto - aggiunge Scaietta - Saranno tutti visionabili facilmente su comodi stand nella sala Luigi d’Arco. L’obiettivo di raccolta fondi che ci siamo posti con questa operazione è tra i 5 e i 10mila euro». I pezzi eventualmente rimanenti saranno messi in vendita online. La segreteria della Fondazione è sempre disponibile per ulteriori donazioni.

L’evento successivo sarà “La Cucina e le ricette di casa d'Arco”, in calendario per domenica 12 dicembre alle 16 e alle 17, un percorso guidato alla cucina ottocentesca, ricchissima di stampi e pentolame, per conoscerne gli usi e le ricette più apprezzate dalla famiglia, della durata di un’ora al costo di 10 euro. Per informazioni è possibile telefonare allo 037-322242. Per le donazioni è necessario utilizzare la piattaforma www.forfunding.intesasanpaolo.com e selezionare la campagna “La moda racconta”. 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Omnia Mantova - Nella casa intatta di Osanna Andreasi

La guida allo shopping del Gruppo Gedi