Oltre tredicimila frasi palindrome nel nuovo libro del mantovano Adami

Un volume peculiare a firma di un vero esperto della materia: l’obiettivo è mettere in risalto la musicalità della nostra lingua

MANTOVA. Un libro molto particolare è “In forma di palindromo” di Francesco Adami. Contiene 13.336 frasi palindrome. «Non è un gioco – dice l’autore – come lo è stato invece quello che ho fatto con Mondadori tanti anni fa: “Anagrammi e giochi di parole”. Queste frasi palindrome vogliono mettere in primo piano la musicalità della nostra lingua».

Ma che cos’è un palindromo? Una parola o frase che si legge da sinistra a destra e anche al contrario. Ce ne sono di semplicissimi, per esempio il nome Anna o la parola “ingegni”, e di complicatissimi. Già la copertina del libro ne riporta alcuni: sorelle nell’eros - pop art sinistra pop - amori di giulivi Luigi di Roma - usi mariti tiramisù. Poi, subito nell’introduzione, appaiono: acetone enoteca - in amori onorarono i romani - Adele e Leda - a Iseo palesò cos’è la poesia.

Questo è bello lungo: “A Iseo parevo: età e bellezza, godeva la virtù nell’eros, e sorelle nutriva: la vedo, gazzelle beate, ov’era poesia”. Perché uno si mette a comporre dei palindromi? Le motivazioni sono senza dubbio più di una. Tra queste, mostrare la propria bravura per condividerla gioiosamente con chi leggerà. Oppure godere interiormente quando si trova un palindromo bello e musicale.

Per acquistare il libro digitare in Google “amazon.com in forma di palindromo”. Francesco Adami è nato a San Benedetto Po nel 1941, ha lavorato a Suzzara e ora vive in Repubblica Ceca. Tra le sue pubblicazioni, nel 1989 “Anagrammi è giochi di parole” per Mondadori. Ha collaborato con diverse riviste, tra cui “La Corte” di Mantova. Suo, l’anno scorso, edito da Gilgamesh è “Quatar pas cun Blintàn”, poesie dialettali: quattro passi con il poeta Umberto Bellintani.

Video del giorno

Elezione del presidente della Repubblica, seconda votazione a Montecitorio: la diretta

La guida allo shopping del Gruppo Gedi