In arrivo su Mantova un vortice di suoni, anche concerti per un solo spettatore

Trame Sonore dal primo al 5 giugno. L’incontro con gli iscritti dell’associazione Amici Ocm

MANTOVA. Non poteva che iniziare in musica l’appuntamento di giovedì 19 maggio nel giardino di palazzo Castiglioni tra Carlo Fabiano, direttore artistico di Trame Sonore, e gli iscritti all’associazione Amici Ocm organizzato per illustrare, in esclusiva, l’edizione numero 10 del festival internazionale, in programma dal primo al 5 giugno. Un’arpa celtica suonata da Eleonora Volpato ha incantato il pubblico con antiche melodie tradizionali inglesi e irlandesi prima che iniziasse la conversazione con Alberto Bertuzzi, presidente all'associazione Amici Ocm.

«Tra qualche giorno, appena terminata la stagione di Tempo d’Orchestra, stiamo per immergerci nel vortice di suoni, parole e immagini di “Trame sonore” - ha detto - La musica per noi non è solo stimolo per lo spirito, un piacere edonistico, ma riteniamo che ci aiuti a costruire uno spazio condiviso, un’autonomia di scelta in relazione a quello che ci accade attorno, ha una valenza sociale e politica. Vedervi sereni qui oggi ne è la prova».

Al fianco dell’Orchestra da Camera di Mantova dal 1999, l’associazione ha così avuto il privilegio di sentirsi raccontare il festival internazionale a pochi giorni dall’inizio proprio dal suo direttore artistico. «Riteniamo prezioso, linfa vitale, il vostro contributo, e non è uno scambio di cortesie - ha detto Fabiano - Per questo credo che sia importante trasmettervi il lungo lavoro che sta dietro all’organizzazione di queste giornate che voi vivrete da fruitori».

Nella cinque giorni che si terrà in molti luoghi della città, come in un abbraccio sonoro, si aggiunge anche “One2One”, pensata in origine come iniziativa di fundraising, un concerto di altissimo livello artistico per un solo spettatore in un luogo principesco, la grotta del Giardino segreto di palazzo Te, simbolo del bello e dell’ozio.

In ogni giornata del festival, artisti di rilievo internazionale come i violinisti Nurit Stark, Stephen Waarts e Francesco Senese, i violoncellisti Miriam Prandi e Giovanni Gnocchi e il clarinettista Pablo Barragan daranno vita a 7 concerti per singolo uditore. Per accedere a questa esperienza è possibile partecipare a una sorta di asta online, attiva fino al 26 maggio sul sito one2one.bidinside.com, dove si troveranno tutte le istruzioni e le modalità.

«Trame Sonore, in particolare questa edizione del decennale, è anche un meeting d’artisti provenienti da varie parti del mondo che propone intrecci tra arti, percorsi d’ascolto e visita, le trame che ogni anno si rinnovano suggeriscono al pubblico come muoversi attraverso i 150 concerti annuali, nelle 18 trame previste - ha aggiunto Fabiano - Il concetto centrale è che il festival intende contribuire a rilanciare la musica d’arte proiettandola nell’oggi e nel futuro, è un servizio che si vuole offrire al settore musicale, favorendo l’avvicinamento di un pubblico quanto più ampio possibile attraverso una divulgazione alta ma affrontata con leggerezza e attraverso modalità di fruizione rinnovate».

E così l’incontro non poteva che finire sulle note di “Una lunga storia d’amore” di Gino Paoli, insolitamente eseguita con l’arpa. Info: 0376-360476 e www.oficinaocm.com.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La furia della tempesta si abbatte su un vivaio mantovano

La guida allo shopping del Gruppo Gedi