Mantova Lovers, scelti i finalisti: otto corti in gara al film festival

Venerdì dalle 20.30 le proiezioni al Campiani. Decine di pellicole arrivate da tutto il mondo

MANTOVA. Durano dai 3 ai 15 minuti gli 8 cortometraggi dedicati all’amore, finalisti della quarta edizione del Mantova Lovers International Short Film Festival. L’iscrizione al concorso si è chiusa a inizio maggio con decine di short film arrivati da tutto il mondo. La giuria ha selezionato i finalisti che saranno proiettati venerdì dalle 20.30 in poi nell’Auditorium del Conservatorio Campiani, ingresso libero, info e prenotazioni shortmantovalovers@gmail.com: “The most beautiful widow in town” di Mino Capuano, “Pappo e Bucco” di Antonio Losito, “Anoche” di Alessio Pierazzi, Stefania Grondona e Luca Pedrinzani Salani, “Argento vivo” di Giantommaso Puglisi, “In Nature” di Marcel Barelli, “ReImagine” di Gianluca Mangiasciutti, “Alima” di Ilde Mauri e “Ài” di Eros Gioetto. La giuria premierà il miglior cortometraggio, il miglior attore, la migliore attrice e la migliore regia: i vincitori saranno ospiti della prossima Biennale del Cortometraggio di Vicenza. Alla presentazione del Festival sono intervenuti ieri nella sala consiliare del Comune di Mantova il vicesindaco Giovanni Buvoli, il presidente Film Commission Mantova Stefano Mangoni, il direttore artistico del festival Claudio Pelizzer, l’organizzatrice Melissa Cordischi e lo scultore Andrea Jori, autore dell’opera (un ideale abbraccio tra due figure) che venerdì sarà consegnata a Mauro Balletti, vincitore del primo Lovers Aw ard «per la passione e l’amore – ha detto Pelizzer – che ha messo nel suo lavoro e che ha espresso nelle sue opere durante la sua straordinaria carriera». Buvoli ha sottolineato come il festival rientri «a pieno titolo nell’offerta culturale della nostra città. Mettere al centro il tema dell’amore e della passione, in un periodo di tensioni come quello che stiamo vivendo, ci riporta a una dimensione umana della concezione della vita». Mangoni: « Mantova Lovers entra da quest’anno a fare parte della Film Commission Mantova. Una nuova importante attività che si affianca a quelle sviluppate negli anni di accoglienza e logistica per le produzioni cinematografiche italiane e internazionali che decidono di girare film nella nostra provincia. La Film Commission crea un rivelante indotto economico. L’obiettivo è di incrementare le produzioni locali e di consolidare il rapporto con la Fice, che ogni anno viene a Mantova a presentare le giornate d’essai». La giuria è composta da protagonisti del mondo del cinema e delle arti: l’attrice e madrina del festival Maria Roveran, l’artista Paolo Cavinato, l’imprenditrice cinematografica Silvia Protti, il regista teatrale Federico Bertolani e il presidente Mauro Balletti. Il festival è organizzato da Film Commission Mantova col patrocinio e il contributo del Comune di Mantova e il contributo di Fondazione Comunità Mantovana e Fondazione Bam.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La furia della tempesta si abbatte su un vivaio mantovano

La guida allo shopping del Gruppo Gedi